fbpx

Evento speciale dedicato agli anni ‘50 con l’Aide di Ginosa-Laterza

Arte, Cultura & SocietàEventi

Giovanni Mercadante

Ambasciatrice della sua terra la stilista Carmen Clemente di Ginosa, che si è fatta notare negli ultimi mesi con la vulcanica conduttrice televisiva Maria Giovanna Labruna nel format itinerante “Street Murgia Shooting” che ha fatto tappa ad Altamura, a Gravina  di Puglia e poi a Ginosa.

Dopo quest’ultimo evento, la stilista ginosina ha accolto l’invito  dell’AIDE, la quale ha dedicato una serata agli anni ’50, con raccolta fondi a favore del progetto “Casa Bakhita”

L’Associazione di promozione sociale AIDE (Associazione Indipendente Donne Europee) di Ginosa e Laterza, in attività dall’inizio di quest’anno con la guida della presidente dott.ssa Vitalba Bruno, ha organizzato la manifestazione a Marina di Ginosa, a favore del predetto progetto “Casa Bakhita”.

La AIDE è un’associazione che persegue scopi sociali e culturali, nell’ottica di una rivendicazione dei diritti della donna e della famiglia in tutti gli ambiti della vita civile. Pertanto la propria attività è interamente orientata a finalità di utilità sociale, con riferimento ai valori della persona, della famiglia e della società (promozione umana, spirituale e culturale della persona; prevenzione e difesa contro la violenza alle donne ed ai minori; promozione, tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente).

Il 21 luglio scorso, presso la Masseria Savoia Resort a Marina di Ginosa, si è tenuta una serata di beneficenza, a tema anni ’50, con la partecipazione di Ciro D’Anversa che ha presentato la serata, animata dalle esibizioni musicali e della band Dis Accordi Swing. L’evento ha coniugato divertimento, buona cucina, solidarietà, leggerezza ed argomenti di rilevanza sociale.

Anche moda: grazie alle creazioni, ovviamente in tema anni ’50, della  predetta stilista  Carmen Clemente che è diventata “ambasciatrice” della sua terra con il progetto itinerante di fotografia “Street Murgia Shooting” che ha fatto tappa, in versione marina, anche a Ginosa.

Il ricavato sarà devoluto all’acquisto di una biblioteca per ragazze madri con i loro figli, ospiti presso la Casa Alloggio Casa Bakhita di Ginosa.

Si tratta di una comunità residenziale con  progetto a sostegno della genitorialità, al fine di tutelare un legame importante come quello verso i propri figli. Il progetto è nato dalla consapevolezza che sia opportuno promuovere e investire in servizi nuovi e preventivi, che evitino le separazioni e le “istituzionalizzazioni” dei bambini, soprattutto piccolissimi.

Foto di gruppo dell’Associazione AIDE

“Casa Bakhita” è uno spazio di convivenza a bassa intensità assistenziale, a carattere temporaneo per gestanti e madri (anche minorenni) con figli a carico, prive di una rete familiare o per le quali si reputi necessario l’allontanamento dal nucleo familiare. A rappresentare la cooperativa “Le Nebule” con il suo impegno costante è Giovanni Malagnini. Coordinatrice Pina Malagnini.

Le donne di AIDE Ginosa Laterza, con la loro determinazione ed il lavoro di squadra, continueranno a dedicare il loro tempo alla comunità, organizzando eventi e momenti culturali su altre tematiche culturali.

Per l’evento del 21 luglio la AIDE Ginosa – Laterza ha rivolto un ringraziamento a Masseria Savoia Resort per la location e la grande accoglienza; Carmen Clemente Couture di Ginosa; Ti.di. Immagine Capelli di Tina De Biasi di Ginosa; associazione macchine d’epoca di Laterza; tutti gli altri sponsor e ospiti della serata che, grazie alla loro generosità, hanno permesso il successo dell’evento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE