fbpx

Siria: Al Arabya, 100 minori uccisi nei raid della coalizione

Estero

INFORMAZIONI NON CONFERMATE SU ATTACCO AEREO IN ZONA ISIS

La tv saudita al Arabiya riferisce dell’uccisione di “cento minori” in un campo di addestramento dell’Isis nell’est della Siria in un raid aereo della Coalizione a guida americana. L’attacco e’ avvenuto secondo le informazioni riferite dalla tv panaraba nell’area di Dayr az Zor, citta’ sull’Eufrate al confine con l’Iraq. La notizia per ora non ha trovato conferme ufficiali.

Le forze del regime siriano hanno sferrato un attacco con gas cloro a Damasco nel distretto di Jobar. Ne dà notizia l’agenzia di stampa turca Anadolu che cita fonti locali. Nell’attacco avvenuto giovedì scorso sono stati colpiti dieci miliziani delle forze di opposizione. “Il regime sta lanciando degli attacchi nelle zone di de-escalation. Le forze di Assad non stanno rispettando l’accordo sul cessate il fuoco”, ha detto Yusuf al-Bustani, membro di un comitato di coordinamento nel Ghouta orientale, riferendo che le forze del regime fanno spesso ricorso al gas cloro. All’inizio della settimana, ha aggiunto al-Bustani, le forze lealiste hanno colpito alcune posizioni dei ribelli nei distretti di Ai tarma e Zamalka, nella regione orientale di Ghouta. Ieri il portavoce dell’opposizione siriana ha riferito che 30 ribelli sono stati colpiti da un attacco con gas cloro sferrato dal regime nel Ghouta orientale.

L’esercito libanese ha bombardato nuovamente domenica mattina postazioni dei jihadisti trincerati nelle colline delle localita’ di Al Qaa, Ras Baalbek e Fakiha al confine con la Siria. Secondo quanto riferito dall’agenzia stampa nazionale “Nna”, si e’ trattato di colpi di artiglieria pesante rivolti proprio contro i combattenti dell’ex Fronte al Nusra. Intanto mentre da giorni circolano voci su un’imminente operazione dell’esercito di Beirut nel nord-est del paese, venerdi 4 agosto, il segretario generale del movimento sciita Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha invitato l’esercito a collaborare con le forze governative di Damasco per eliminare la presenza dei jihadisti nelle zone frontaliere. Da parte sua, l’esercito libanese non ha finora commentato notizie su una eventuale ed imminente operazione militare. Non si tratta dei primi bombardamenti delle forze libanesi nella zona di confine con la Siria, da giorni infatti l’artiglieria ha colpito diverse postazioni e le forze terrestri hanno preso il controllo delle postazioni che i jihadisti stanno abbandonando.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE