fbpx

“L’impresa si racconta. Storie di Vita tra impegno e passione”, Dino Abbascià

Cronaca

“L’impresa si racconta. Storie di Vita tra impegno e passione”, Dino Abbascià nel libro di Agostino Picicco il 9 agosto all’Est Hotel di S. Cesarea Terme

di Paolo Rausa

SAN GIULIANO MILANESE – Riflettori accesi sul mondo dell’impresa e su quegli uomini che con enorme spirito di sacrificio hanno reso grande e dato onore al Salento e alla Puglia all’Est Hotel di S. Cesarea Terme il 9 di agosto p.v.. L’evento è organizzato dall’Istituto di Cultura Salentina (I.C.S.), guidato dalla scrittrice Annalaura Giannelli e patrocinato da Confindustria Lecce e ARP (Associazione Regionale Pugliesi di Milano). Nel corso della serata la presentazione del libro di Agostino Picicco (responsabile Cultura ARP) dal titolo “Non molliamo ragazzi” (Edizioni ED Insieme), toccante omaggio alla memoria di Dino Abbascià, partito ragazzino da Bisceglie con il sogno di fare fortuna a Milano. Qui si è affermato imprenditore di successo nel campo della distribuzione dei prodotti ortofrutticoli.

Ha assunto vari incarichi a livello nazionale e fra questi, quello più caro a noi pugliesi di Milano, come Presidente dell’Associazione che ha condotto fino alla morte prematura nel 2015. Ospite della serata il fratello di Dino, Pietro Abbascià, giunto per l’occasione da Milano, che guida la grande azienda ortofrutticola di famiglia. Alla serata parteciperanno altri imprenditori e uomini di successo pugliesi che con la loro azione hanno indicato una strada all’imprenditoria salentina e pugliese con importanti figure di livello internazionale. Allieteranno la serata le dolci note della jazzista di fama internazionale, Anna Abatemattei, in arte Anèt, e la degustazione di dolci e vini locali. La presidente dell’Istituto di Cultura Salentina Annalaura Giannelli chiarisce il significato della serata come missione della sua associazione che mira a coniugare la cultura e il progresso sociale, civile e produttivo.

E non poteva scegliere altro campione in Dino Abbascià per dare conferma e prestigio al suo impegno di stimolo ad un territorio generoso come quello salentino e pugliese, che si allunga fino a Milano, seconda città pugliese dopo Bari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE