fbpx

“Le verità apparenti”, romanzo di Adriana Ostuni

Arte, Cultura & Società

<<In un grandioso flash back – così scrive Alessandro Lattarulo – che soffre a dispiegarsi con gli offuscati tratti del ricordo, Alessia Mantovan, guida turistica abile e appassionata al proprio lavoro, si congeda quasi simbolicamente da un gruppo di turisti ammaliati dalle opere di Salvador Dalì in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma, per abbandonarsi tra le braccia di Fabrizio Farnesi, businessman barese fascinoso e intrigante. La storia d’amore – che si dipana sullo sfondo di una Bari ritratta in chiaroscuro, algida e accogliente insieme – rivela ben presto un dark side (…). Adriana Ostuni sovente lavora sulle coincidenze, che si rincorrono stordenti, senza però che sia concesso ad alcuno di rivelarle, di smascherarne la tenace tirannia. Non si tratta solamente di un espediente narrativo, ma del coraggioso intento dell’autrice, volto a lasciar parlare senza filtri la drammatica normalità di tante storie di coppia che si avvitano in una spirale di violenza fisica e psicologica in cui la parte soccombente, se per un verso muove il lettore a dividere nettamente i protagonisti in scena, dall’altro ne fa sobbollire la coscienza, imbrigliata in un’impotente ipnosi verso i fatti che si consumano pagina dopo pagina (…).

Gli atti del romanzo, quattro come le stagioni (anche della vita), non sono una rugginosa fenditura diacronica tra gli eventi, una cicatrice nella crosta terrestre, ma la simulazione che si mescola alla realtà, la fantasia che occhieggia alla cronaca, intrappolando il lettore in una clessidra dove il sopra e il sotto si confondono e ruotano, il pieno e il vuoto diventano passaggi transeunti di quella memoria permanente eppure cangiante con cui Dalì ha mirabilmente rappresentato la condizione spaesante della Modernità>>.

Modellata sul taglio biografico di un narratore, in prima persona, la storia è l’appassionata ricostruzione di una parabola relazionale, modulata sulla base di una crescita intima di un dolore. Il romanzo sarà presente e disponibile presso lo stand di Wip Edizioni, in occasione della rassegna di incontri culturali “Libri nel Borgo Antico”, promossa dall’Associazione Borgo Antico e allestita nel Centro Storico di Bisceglie, il 25-26-27 agosto 2017.

Fedele Eugenio Boffoli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE