fbpx

Terza Guerra Mondiale alle porte

Estero

Terza Guerra Mondiale/ Corea del Nord sta sviluppando nuovo missile balistico (ultime notizie)

Terza Guerra Mondiale, ultime notizie. Corea del Nord, allarme armi chimiche: il processo per l’omicidio del fratellastro del leader Kim Jong Un
FABIO BELLI

                                                          Terza guerra mondiale, Kim Jong Un (foto LaPresse)

Terza guerra mondiale? L’aumento delle tensioni con gli Stati Uniti ha spinto la Corea del Nord ad avviare lo sviluppo di un nuovo missile balistico, chiamato Pukguksong-3. Il processo di fabbricazione delle testate balistiche e dei razzi a combustibile solido è stato supervisionato da Kim Jong-un, secondo KCNA. Pare che il leader della Corea del Nord abbia dato incarico all’Istituto dei Materiali Chimici dell’Accademia della Difesa di produrre più motori a razzo carburante solido e testate per razzi. Pyongyang sta però cercando anche di sviluppare un missile a lungo raggio alimentato da motori a razzo a carburante solido, che sono più difficili da individuare dai satelliti prima del lancio. Una risposta alle dichiarazioni del presidente americano Donald Trump e del segretario di Stato americano Rex Tillerson, i quali si erano mostrati contenti dell’abbassamento delle provocazioni della Corea del Nord. Uno scenario prontamente smentito. (agg. di Silvana Palazzo)

LA COREA DEL NORD HA UN ARSENALE DI ARMI CHIMICHE

Sono a processo nella capitale della Malesia, Kuala Lumpur, le due assassine del fratellastro del dittatore nordcoreano Kim Jong Un, ovvero Doan Thi Houng e Siti Aisyah. Due ragazze di 28 e 25 anni che pensavano di dover far parte di uno scherzo televisivo, cospargendo di olio in aeroporto la faccia di Kim Jong Nam, fratellastro del leader di Pyongyang. Altro che burla: il liquido utilizzato si è rivelato essere un’arma chimica a tutti gli effetti, il misterioso Agente VX che è riuscito ad uccidere in pochi secondi il malcapitato Kim Jong Nam, e che secondo gli esperti sarebbe un agente chimico in grado di uccidere anche molte persone, grazie alle sue capacità tossiche, in pochi istanti. L’omicidio, avvenuto al 13 febbraio scorso, porterà ad una sentenza per le due ragazze che si sono rese ignare di tutto, ma che potrebbero essere state le prime ad utilizzare il terribile arsenale di armi chimiche che sarebbe a disposizione di Pyongyang, e che rappresenta uno dei motivi per cui gli Usa si dicono pronti alla guerra.

5000 TONNELLATE DI ARMI CHIMICHE PER PYONGYANG 

In base a quanto si deciderà in Malesia, si arriverà a capire le reali responsabilità e soprattutto le disponibilità di armi chimiche di Pyongyang, con la tossina VX che potrebbe essere solo un assaggio del temuto arsenale della Corea del Nord. Le armi nucleari sono lo spauracchio della comunità internazionale, ma le armi chimiche potrebbero aprire una frontiera estremamente preoccupante in un’eventuale guerra tra Stati Uniti e Corea del Nord. I servizi segreti americani hanno messo sul tavolo numeri estremamente preoccupanti, con l’arsenale chimico e batteriologico di Pyongyang che potrebbe arrivare fino a 5000 tonnellate di armi. Agente VX o Sarin, si tratterebbe di armi micidiali che sarebbero state testate proprio per l’eliminazione di Kim Jong Nam, sul cui corpo gli effetti dell’agente VX sarebbero stati a dir poco devastanti. Particolare centrale nel processo, anche capire come l’arma chimica sia arrivata in Malesia, se in una valigetta diplomatica, dunque col consenso di Pyongyang, oppure se introdotta clandestinamente via mare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE