fbpx

Pallavolo maschile Serie A1: 10° giornata : Trento ferma Modena, Atanasijevic affonda la BCC

Sport & Motori

ph. Ufficio Stampa Perugia

Antonio Valenza

Sir Safety perugia vs BCC Castellana Grotte 3-0 (25-17, 29-27, 25-11)

Ricci 5, De Cecco 2, Berger 8, Anzani 7, Atanasijevic 21, Russell 7, Colaci (L), Shaw 1, Della Lunga 0, , Zaytsev 1, Podrascanin 3, Andric 1, Siirila NE, Cesarini (L),N.E. All. Bernardi.

batt. sb. 11, ace ​6, ric. pos. 63%, prf. 40%, attacco 46%, muri 12, errori 12.

BCC Castellana Grotte: Paris 3, Moreira 7, De Togni 5, Canuto 9, Tzioumakas 1, Ferreira Costa 1, Cavaccini (L), Pace (L), Cazzaniga 5, Ferraro 1, Zauli ne, Hebda ne, Garnica NE, All. Lorizio.

batt. sb. 13, ace 1, ric. pos. 45%, prf. 22%, attacco 30%, muri 2, errori 17.

Si è giocata ieri la decima giornata della massima serie del campionato di pallavolo maschile. Il big match tra Trento e Modena, si è concluso in favore della squadra di casa, che ha dovuto faticare parecchio per conquistare una vittoria importante, visto il brutto andamento iniziale, che gli consente di risalire la classifica. Risultato finale 3-2 (22-25/28-26/23-25/27-25/15-11). Al PalaEvangelisti si è giocata la gara tra la Sir Safety Perugia e la New Mater, un match pieno di ricordi sia per il vice allenatore Giuseppe Barbone, che per l’attuale palleggiatore Paris, che appena sceso in campo ha salutato i suoi ex compagni di squadra.

La formazione di casa allenata dal coach Bernardi è composta da: De Cecco (palleggio), Russel e Berger (banda), Ricci e Anzani (centrali), Atanasijevic (opposto), Colaci (libero). Bernardi decide di tenere in panchina Zaytsev e Podrascanin. La formazione pugliese allenata dal coach Lorizio scende in campo con: Paris (palleggio), Canuto e Moreira (banda), Costa e De Togni (centrali), Tzioumakas (opposto), Cavaccini (libero).

Il primo set è contrassegnato dal servizio del Perugia, ace di De Cecco, che allunga le distanze mantenendo sempre un vantaggio di 5 punti sulla BCC, che soffre in fase di difesa, e con Costa in prima linea non riesce a garantire un muro incisivo, infatti il centrale della BCC arriva in ritardo, consentendo ai giocatori del Perugia di attaccare quasi senza muro. Durante il primo set si registra la buona prestazione di Canuto in attacco con il 50% e 5 punti. A chiudere il set ci pensa Atanasijevic (25-17).

Il secondo set suona una musica diversa, nelle fila della BCC, Cazzaniga rileva Tzioumakas, la formazione pugliese di porta in vantaggio e allunga le distanze da Perugia (1-5). Durante la gara la BCC mantiene sempre vivo il distacco di 4 punti, costringendo Bernardi a chiamare il primo timeout sul 4-8. Bernardi decide di schierare Zaytsev su Russel e Podrascanin su Ricci, ma la musica non cambia. Il vantaggio si concretizza prima con il muro di Moreira su Atanasijevic (6-11), poi arriva anche l’ace di Paris (13-18). La formazione di Bernardi sembra aver smarrito la lucidità mentale, Atanasijevic attacca a tutto braccio, ma Cavaccini e Canuto in difesa non si lasciano intimorire, così Bernardi decie di chiamare il secondo timeout per interrompere il flusso positivo della BCC. Al rientro in campo il Perugia cerca di accorciare le distanze con Zaytsev e Atanasijevic, e si porta a -2 (19-21), a tenere lontana Perugia ci pensa Canuto (20-22). Gli animi si scaldano per il videocheck, coach Bernardi si infuria con il 2 arbitro, ma il risultato non cambia e la BCC ha 4 set ball. Moreira spreca il primo set ball, poi Atanasjevic al servizio mette in difficoltà la BCC, e consente a Perugia di raggiungere la parità (24-24). Si lotta su ogni palla, si susseguono azioni spettacolari sia in fase di difesa che in attacco, ma ancora una volta a spegnere l’entusiasmo ci pensa Atanasjevic che annulla tutte le set ball della BCC e chiude il set con il punteggio di 29-27.

La sconfitta del secondo set influisce sul morale della BCC che nel terzo set sembra disarmata, Atanasjevic sia al servizio che in attacco è indiavolato, e nulla può la difesa degli ospiti. Cavaccini ci prova a difendere ma la furia di Atanasjevic crea seri problemi. Sul punteggio di 16-9 coach Lorizio decide di schierare Rossatti per Moreira, ma non cambia sostanzialmente nulla, Perugia continua a mettere a segno ogni palla. Il set si chiude con il muro di Ricci (21-11) e consente a Perugia di conquistare 3 punti importanti, portandosi a -2 da Civitanova che è prima in classifica.

La decima giornata registra anche la vittoria di Milano su Padova e quella di Monza su Latina. La classifica al termine dei questa giornata vede tra le prime otto classificate: al primo posto Civitanova con 29 punti, a seguire, Perugia con 27, Modena con 24, Ravenna con 20, Piacenza e Padova con 16, Verona e Milano con 15.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE