fbpx

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Estero

IN UNA BASE AEREA VEDE ASSAD. POI DA AL SISI ED ERDOGAN

Visita a sorpresa in una base aerea russa in Siria del presidente russo Putin, che incontra il presidente siriano Assad e annuncia il ritiro del contingente militare di Mosca nella repubblica araba, dopo due anni di combattimenti contro l’ Isis. Putin si reca quindi al Cairo per colloqui con il capo dello stato al Sisi, mentre nel pomeriggio sara’ in Turchia per vedere il suo omologo Recep Tayyip Erdogan. Al centro dei vertici anche gli sviluppi relativi a Gerusalemme.

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha ordinato di iniziare il ritiro delle truppe russe dalla Siria, durante la sua visita a sorpresa alla base aerea siriana di Hmeimim. Lo ha fatto sapere il Cremlino. Putin, assieme all’omologo siriano Bashar Assad, ha passato in rassegna le truppe nella base della provincia costiera di Latakia, ha reso noto inoltre la presidenza di Damasco, citata dai media internazionali. I due erano accompagnati dai rispettivi vertici delle milizie, Sergey Shoigu e Ali Ayub. Si tratta della prima visita del presidente russo in Siria dall’inizio della guerra nel marzo 2011. Assad è invece andato per due volte in Russia, l’ultima lo scorso 21 novembre. La base di Hmeimim è stata usata dall’aviazione russa per lanciare i raid nel resto del Paese.

Subito dopo il presidente russo, Vladimir Putin, ha incontrato ad Ankara l’omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, per una riunione incentrata soprattutto sul conflitto in Siria e la questione di Gerusalemme. L’aereo di Putin è arrivato ad Ankara intorno alle 17 italiane, proveniente dal Cairo, e il presidente russo è andato al palazzo presidenziale, dove è stato ricevuto da Erdogan. Si tratta dell’ottavo incontro tra i due leader quest’anno. Entrambi hanno espresso aperta contrarietà alla decisione del presidente americano, Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e di trasferirvi l’ambasciata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE