fbpx

Gli ideali della politica

Italiani nel mondoPolitica italiana e internazionale

Quando, nel lontano 1960, abbiamo iniziato a curare l’informazione per i Connazionali all’estero, non avremmo mai pensato che, in 58 anni, l’Italia potesse assumere l’assetto nel quale, ora, siamo costretti a vivere. I “mali” del Paese sono stati identificati, ma non sanati nel modo migliore. Con la XVIII Legislatura, andremo a verificare se la precedente esperienza sarà considerata come una “lezione” da non reiterare.

Il prossimo Parlamento avrà parecchi nodi da sciogliere. I mezzi per farlo non li abbiamo ancora intravisti e non saranno le polemiche di questa campagna elettorale a dissipare le nostre perplessità. Basta con i sacrifici a fondo perduto. Meno privilegi e fuori dalla politica attiva chi non intende accettare regole comportamentali più spartane. Tra le attuali formazioni politiche nazionali non ce n’è una che ci convince più di tanto.

Per i partiti, aspiranti all’Esecutivo, ci saranno da concordare le alleanze. Quindi, nuovi compromessi che, col tempo, potrebbero ancora decadere. Di stonature questa nostra Italia ne ha subite parecchie. Ma, sino all’ultimo, si è preferito restare in competizione. Aver sminuito le situazioni ci ha portato, dove mai ritenevamo di poter arrivare. Anche i trasformismi sono tornati alla ribalta.

Per migliorare, senza pretendere l’impossibile, è fondamentale riscoprire l’indipendenza ideologica e portarla in Parlamento. Messi da parte gli indugi, facciamo nostro lo spirito dei Padri Fondatori della Repubblica. Cioè un programma politico chiaro.

Il nuovo Potere Legislativo dovrebbe essere d’esempio. Oltre le polemiche, c’è l’Italia. Un Paese che non ha malinconia del passato, ma che non lo dimentica per non ipotecare il futuro. E’ necessario tornare alla politica della quotidianità. Una posizione che avevamo fatto nostra, quando nel Paese i pregiudizi erano difetto di pochi. Sono passati circa 58 anni da allora. Almeno due generazioni hanno ceduto il posto all’attuale. Il posto, ma non gli ideali.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE