fbpx

Strage in fabbrica a Milano

CronacaLombardia

Strage in fabbrica a Milano

(Foto Fotogramma)

L’inalazione di sostanze tossiche, probabilmente azoto, è stata fatale. Erano scesi a controllare un forno, a due metri di profondità, utilizzato per la fusione ad altissime temperature: aveva dato dei problemi. Ma sono stati avvolti dalle esalazioni tossiche, che non gli hanno lasciato scampo. Altri due operai che si sono accorti di cosa stesse accadendo e hanno dato l’allarme, sono ricoverati in codice giallo.

“Terribile l’incidente sul lavoro di Milano” ha twittato il premier Paolo Gentiloni. “Un pensiero commosso alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie”.

“E’ una tragedia terribile che non dovrebbe mai verificarsi” ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. “Sono vicino alle famiglie delle vittime e spero che i feriti possano presto riprendersi. La legislazione italiana sulla sicurezza nei luoghi di lavoro è considerata una buona legislazione e il sistema dei controlli interviene su 200.000 imprese ogni anno. Serve, però, anche un impegno permanente di tutti i soggetti interessati ed una peculiare attenzione da parte degli imprenditori perché non dovrebbe mai accadere che un lavoratore perda la vita mentre svolge la sua attività”, conclude.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE