fbpx

Gli sponsor del golf: nuovi contratti e brand in ascesa

Senza categoria

Il 2018 sembra aver portato diversi cambiamenti nel mondo del golf. Novità sostanziali nell’ambito degli sponsor di abbigliamento, footwear e strumentazione hanno contraddistinto il mercato dello sport su green.

A fare da regina nell’ambito dell’apparel/footwear è la Nike. Patrick Reed, WGC Cadillac Championship 2014, classe 90, dopo aver rescisso il contratto con la Callaway, si è affidato allo sponsor americano. Lo stesso per Alex Noren e Lee Westwood. Nike ha posto sotto contratto anche altri giocatori del calibro di Chris Wood, Cameron Champ e Jimmy Stanger.

Timidamente si affaccia sul mercato delle sponsorizzazioni golfistiche anche l’Adidas, con gli accordi stipulati con il detentore del Master Tournament 2017, Sergio Garcia per il footwear e con l’americano Xander Schauffele. Lo stesso Garcia ha anche firmato un contratto con la Callaway, abbandonando dopo 15 anni la TaylorMade. Quest’ultimo brand risulta essere in discesa, con due rescissioni (Garcia e Schauffele) ed una nuova sponsorizzazione legata al nome di Jason Dufner, PGA championship 2013: nelle Hawaii il golfista di Cleveland aveva infatti usato un diver M4.

La Callway, invece, ha concluso due trattative per set da gioco con il 30enne Hudson Swafford, per anni legato alla Bridgestone, e con il coreano Si Woo Kim.

Stazionaria risulta la situazione del brand Titleist, da un lato legatasi al n.23 al mondo, Brian Harman e dall’altro rescindendo il contratto con Dufner, il quale, però, continua ad usare una pallina Titleist ProV1x.

Dubbi ancora rimangono sugli accordi Grayson Murray-Cleveland Srixon: un indizio potrebbe essere visto in un cappello della stessa Srixton indossato dal golfista e da un suo wedge firmato Cleveland. (ha collaborato Federica Calabrese)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE