fbpx

Bari: Disastro al San Nicola. Il Bari non sa più vincere

Sport & Motori

 

La prima in casa del 2018 coincide con la peggiore prestazione dei Biancorossi.

Un Bari lontano dagli standard soliti visti al San Nicola e mai in partita dominato in tutto e per tutto dall’Empoli che ha nettamente meritato la vittoria.

I toscani rifilano 4 goal ai galletti dimostrando di essere squadra con caratura decisamente superiore a quella del Bari.

Le scellerate scelte di formazione di Mister Grosso forse hanno contribuito a rendere la prestazione decisamente non all’altezza.

Solo panchina per Galano, autore sin qui di 13 reti e vero trascinatore di questa squadra, e addirittura tribuna per la sorpresa Anderson (venduto?).

La formazione messa in campo da Grosso ha sin dall’inizio subito la superiorità dell’Empoli che non ha mai avuto problemi a gestire la partita dando l’impressione di poter far male al Bari in qualsiasi momento.

A preoccupare non è la sconfitta contro l’Empoli, formazione candidata a lottare sino alla fine per la promozione in serie A, ma il modo in cui la stessa è maturata.

Una squadra che non è mai stata in partita, scarica e svogliata, capace di sbagliare anche le cose più semplici e soprattutto non in grado di reagire.

Un Bari che non ha mai creato problemi al portiere dell’Empoli se non per un tiro di Cisse stampatosi sulla traversa.

Una prestazione che non può essere soltanto figlia delle scellerate e rivoluzionarie scelte di Grosso ma che deve coinvolgere anche i calciatori incapaci di metterci almeno impegno e cattiveria agonistica.

Il calendario vedrà i biancorossi affrontare nelle prossime gare squadre che lottano al pari degli stessi per un posto nei play off. Bisogna reagire e subito.

Mancano 5 giorni alla chiusura del mercato e anche oggi si è sentita la necessità di un centrocampista in grado di prendere per mano la squadra, di dare geometrie e qualità ad una manovra che ormai vive una involuzione qualitativa pericolosa. Non costringendo così l’allenatore a scelte imbarazzanti come quella odierna di Marrone in cabina di regia.

Dall’allenatore, ai giocatori e alla società ci si aspetta un bagno di umiltà che possa permettere di rivedere una squadra capace almeno di lottare e non mollare fino alla fine.

La classifica è ancora positiva e il Bari ha l’obbligo di lottare fino alla fine non fosse altro per non avere rimpianti perché prestazioni come quelle odierne non devono ripetersi anche per rispetto dei tifosi!

Avanti Bari, Noi ci crediAmo

Nicola Dammacco

Web editor Maria Federica Dimantova


One Reply to “Bari: Disastro al San Nicola. Il Bari non sa più vincere”

  1. Dody ha detto:

    Commento competente e professionale. Non sbaglia di una virgola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE