fbpx

A corpo libero nell’Animal Movement

Sport & Motori

                                                            Courtesy Brogayoga

Ogni anno nuovo che arriva si presenta con buoni propositi, come quello di rimettersi in forma. E ogni anno nuovo che arriva ci sono nuove tendenze fitness a incontrare quel bisogno. Ma non è tutto marketing, l’attività fisica è a tutti gli effetti una forma di prevenzione, di divertimento e un invito a superare i propri limiti. I trend del fitness maschile per il 2018, con 8 diverse tipologie di allenamento, promettono di farti riscoprire attrezzi classici come il tappeto elastico o le funi, di farti sentire più forte e di migliorare l’umore come la versione “power” della zumba, o ancora di portare il surf tra le mura di casa. Eccoli nel dettaglio.

1. Animal Movement, a corpo libero

Ascoltare il proprio corpo e muoversi in maniera naturale, istintiva. È questa la filosofia alla base di Animal Movement, workout introdotto dallo specialista del fitness Christian Zippel e già popolarissimo in tutta Europa. Il programma di allenamento funzionale, quindi con attività finalizzate a migliorare la coordinazione e le funzioni motorie quotidiane, sfrutta semplicemente il peso corporeo e imita i movimenti degli animali. Si può praticare in palestra, a casa, all’aria aperta, per un incremento generale di agilità, resistenza e multilateralità. Tra i club e personal trainer che offrono corsi di Animal Movement ci sono quelli del circuito Planet Fitness Italia.2. Unbound, il ritorno del tappeto elastico

Una disciplina recente che riscopre un vecchio attrezzo, il mini tappeto elastico. Il nuovo trend del fitness si chiama Ubound (o anche Rebound, rimbalzare) e permette di stimolare la microcircolazione, sollecitando ogni muscolo del corpo nelle fasi di accelerazione e decelerazione del salto. Negli Stati Uniti, Paese che lo ha lanciato, il Rebound è praticato da soli o in gruppo, con diversi tipi di salti secondo gli obiettivi da raggiungere: dagli slanci a piedi uniti per aumentare la tonicità, ai jump a piedi alterni per un allenamento cardio, fino ai salti da seduti per rafforzare i muscoli dell’addome. Promosso dai più noti personal trainer delle celebrities americane, come Harley Pasternak, Gunnar Peterson e Astrid McGuire, il nuovo allenamento è oggi entrato nei programmi di moltissime palestre italiane, come i centri Virgin Active, Get Fit Express e Hard Candy Fitness di Milano.

3. Broga, lo yoga da uomo

Brothers yoga o più semplicemente Broga. La nuova ginnastica meditativa maschile è stata creata da Robert Sidoti, in Massachussets, e unisce potenziamento e tonificazione muscolare, cardio, esercizi funzionali e posturali. Nel mondo, lo yoga registra oggi un giro d’affari di oltre 85 milioni di dollari. Dei 38 milioni di persone che lo praticano nei soli Stati Uniti, circa il 75% sono donne. Candidata a prossimo fenomeno, la versione maschile non usa i canti e il linguaggio dello yoga tradizionale, a vantaggio della musica rock. Il Broga, che fa bene alla muscolatura, al desiderio maschile, alla flessibilità si concentra sulla forza e sulla stabilità, inserendo movimenti che fanno parte dell’allenamento funzionale a intervalli. Portale di rifermento per questa nuova disciplina è il sito brogayoga.com.

4. Surfset, il surf in palestra

Cavalcare, letteralmente, l’onda del fitness. Nel surfset la tavola viene montata su una base mobile che produce oscillazioni e stimola gli stessi muscoli sollecitati da un’uscita in mare. Il surf indoor allena il tronco e il collo a mantenere una posizione corretta, favorisce la tonicità muscolare, accresce la resistenza cardiovascolare e permette di smaltire le calorie in eccesso. Tra le palestre italiane che offrono corsi di Surfset Fitness, si segnala il club Ginnic Life, a Torino, mentre programmi video di allenamento sono disponibili sul sito surfsetfitness.com. Per chi volesse surfare tra le mura di casa, la tavola da palestra è disponibile nei negozi specializzati a partire da 350 euro.

5. Antigravity e Aerial Yoga

Un mix di pilates, arti acrobatiche e ginnastica ritmica. Antigravity è una disciplina fondata nel 2007 da Christopher Harrison, pensata per potenziare l’agilità fisica in assenza di gravità, attraverso la sospensione in grandi fasce di tessuto soft-touch. Un allenamento base dura circa 45 minuti, nel quale si impara ad acquisire il controllo del proprio corpo. Nelle fasi di riscaldamento l’amaca è sospesa a 15 centimetri da terra, con un piede ancora appoggiato al suolo. Ma il cuore dell’allenamento è la fase di volo, con posizioni yoga che permettono di far lavorare in maniera ottimale la muscolatura. A beneficiarne sono soprattutto le braccia, le gambe, i glutei e il giro vita, ma l’assenza di un appoggio gravitazionale elimina, in generale, il rischio di traumi e contribuisce all’irrobustimento della colonna vertebrale. A Milano corsi di Antigravity e Aerial Yoga sono disponibili, tra le altre, nelle palestre Thunder Gym, 360 Studio, Virgin Active e Hard Candy Fitness.

6. Zumba, muoversi al massimo

Una zumba reloaded, in una versione più intensa. Un allenamento sincronizzato che permette di spingersi oltre i propri limiti per ottenere risultati migliori. Strong by Zumba prevede esercizi ad alta intensità e a ritmo di musica, come il jumping jack, il burpees, lo squat e il plank. Se il focus della zumba è sull’allenamento cardiovascolare ad alta intensità, con movimenti simili a quelli della danza, le lezioni di Strong by Zumba si concentrano sul condizionamento muscolare e sono meno ballate. Questo sport dona tonicità, definisce tutti i muscoli del corpo, fa bene a cuore, all’umore e favorisce il dimagrimento. Schede complete di allenamento sono disponibili al sito www.strong.zumba.com/it, mentre le palestre Fit Star e Abc Palestre di Milano offrono corsi per tutti i livelli.

7. Battle Ropes, l’allenamento con le funi navali

Un esercizio cardio che permette di bruciare più calorie della corsa e di aumentare la forza nella presa, negli avambracci e nelle spalle. L’allenamento con le funi navali ha visto crescere la sua popolarità negli ultimi anni, scelto da chi vuole incrementare la massa magra e la propria resistenza. Le corde possono essere di diverse lunghezze e diametro, e vengono di solito legate a un palo o a una kettlebell. Creato dal guru del fitness John Brookfield, il Battle Ropes è in voga tra i lottatori e coloro che praticano sport di contatto, e può essere svolto in diversi modi: le funi si possono far oscillare, ondulare e si possono anche completare movimenti complessi come i jumping jack con le corde più pesanti. Tra i risultati evidenti, anche il miglioramento delle capacità di mantenere un grado di concentrazione elevato. Il Battle Ropes è tra i programmi di allenamento funzionale dei centri Virgin Active.

8. Trx Suspension Training, l’allenamento dei Navy Seals

Ideati dall’ex Navy Seals Randy Hetrick, gli esercizi a corpo libero in sospensione sviluppano la forza, la flessibilità e la stabilità della parte centrale del corpo. In questo tipo di allenamento, i movimenti di tonificazione muscolare vengono praticati utilizzando due tiranti ancorati al soffitto. Queste corde sfruttano il peso corporeo di chi si allena e il carico ponderale è calibrato sullo sforzo di cui necessita il fisico di ciascuno. Il Trx è parte dell’allenamento delle forze armate americane, ma anche delle squadre della prima divisione di baseball americana, di ciclisti, nuotatori e corridori di livello olimpico e delle squadre di calcio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE