fbpx

Candidato M5S vive in affitto a 7,75 euro

Cronaca

‘Io sono il capo politico del movimento e il mio dovere e’ tutelare il movimento. Grazie ai giornalisti che hanno fatto gli approfondimenti. Abbiamo avviato tutti gli accertamenti stamattina, se dovesse essere vero quello che sta emergendo, allora non avremo nessun problema sul fatto che queste persone non possono stare nel movimento, quindi dateci il tempo di fare gli accertamenti’. Lo ha detto Luigi Di Maio sul caso di Emanuelle Dessi’, candidato M5S al Senato che pagherebbe un affitto da 7,75 euro, lanciato da ‘Piazzapulita’.

“Ieri Piazzapulita ha fatto un servizio con degli elementi nuovi su questo candidato e il M5S ha il dovere di indagare su queste questioni e noi lo facciamo sempre e chiediamo che lo facciano anche le altre forze politiche. Quando ci arriva qualsiasi notizia, anche non di reato, e questo candidato non ha compiuto nessun reato, il M5S fa una giusta ispezione, un giusto approfondimento su tutto”. Lo afferma Alessandro Di Battista ai microfoni di Circo Massimo, su Radio Capital, commentando la notizia, rilanciata ieri dal programma Piazzapulita, del canone irrisorio – 7,775 euro al mese – che Emanuele Dessi’, candidato al Senato nel Lazio, pagherebbe a Frascati per la casa popolare dove abita. Dessi’ e’ gia’ finito al centro delle polemiche per il video con Domenico Spada e le sue frasi sui romeni. “Ma il video se lo fece quando Spada era un cittadino incensurato e il ministro Delrio gli conferi’ una medaglia a questo spada”, spiega Di Battista prendendo le distanze dal suo post sui romeni. “Si figuri se mi e’ piaciuto”, precisa.

“Il tentativo del Pd e di alcuni giornali di associare il nostro candidato al Senato Emanuele Dessi’ agli Spada o di definirlo un picchiatore è qualcosa di miserabile. Chi usa la violenza sbaglia sempre, annunciare di averla usata per di più su un social network è profondamente sbagliato, ma io non mi sento di giudicare il comportamento di una persona che in quel momento vede la sua compagna o i suoi figli in pericolo. Da mamma, non so come potrei reagire se qualcuno aggredisse uno dei miei bambini. Piuttosto su una cosa credo invece che il candidato M5S debba assolutamente chiarire: la sua casa, il canone da 7 euro ecc. Stanno emergendo opacità che il M5S non può accettare. Per quanto mi riguarda la trasparenza vale più di ogni cosa”. Così, su Facebook, la candidata M5s alla Regione Lazio, Roberta Lombardi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE