fbpx

Il Lecce cade in casa contro la Juve Stabia

Sport & Motori

Prima sconfitta per Liverani. I giallorossi falliscono l’allungo sul Catania.

LECCE – Doveva essere la vittoria del +10 sul Catania. Invece, dopo 22 risultati utili consecutivi, il Lecce rimedia una sconfitta in casa contro la Juve Stabia, la prima con Liverani in panchina. I campani vincono 1-0 con gol di Mastalli al 71′, al termine di una partita condizionata anche dal campo pesante.

I giallorossi sono apparsi in calo dal punto di vista fisico –  intravisto già nella sconfitta con il Cosenza in Coppa e nel pareggio contro la Sicula Leonzio di domenica scorsa. I ragazzi di Liverani hanno probabilmente accusato anche l’ansia da prestazione per una vittoria che, secondo molti, sarebbe stata determinante in questa fase della stagione. I giallorossi sono comunque usciti tra gli applausi del pubblico che ha chiesto a gran voce di non mollare sul piano della concentrazione.

“Siamo tranquilli, è stata solo una giornata storta – ha detto a fine gara il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani – il gruppo è sereno, l’occasione di trovarci a questo punto del campionato con questo vantaggio è irripetibile. Sono sicuro che non ci sarà nessun contraccolpo. Il gruppo è concentrato e da domani si ripartirà per preparare la prossima partita. I tifosi sono stati fantastici con l’applauso finale, i giocatori lo hanno sentito. Dispiace perché pur essendo una giornata storta avremmo potuto portare a casa uno 0-0 senza grande fatica”.

Intervento in sala stampa anche per il capitano Lepore: “Bisogna andare avanti più forti di prima. Questa sconfitta ci insegna che non dobbiamo mai accontentarci e provare sempre a migliorare. Oggi non ci sono stati errori grossolani, gli avversari sono stati bravi a chiudersi. Non trovavamo spazi e siamo andati in difficoltà. L’applauso dei tifosi ci ha fatto piacere ma non avevo dubbi, ci sosterranno sempre, oggi hanno visto che volevamo un risultato positivo”.

La cronaca della partita

Liverani si affida in attacco a Di Piazza, che torna titolare accanto a Saraniti. Proprio quest’ultimo, al 6’ minuto intercetta un rinvio approssimativo del portiere Bacci e calcia verso la porta, ma senza precisione. Al 16’ colpo di testa di Di Piazza su cross di Costa Ferreira, di poco fuori. Quattro minuti dopo è ancora Saraniti a indirizzare di testa oltre la traversa. Il Lecce che sembra poter mettere nell’angolo gli avversari, ma la manovra non è fluida. Gli ospiti allenati dall’ex Caserta sono ben organizzati, difendono bene e ripartono con ordine. Al 44’ arriva la prima occasione per i campani, con Paponi che raccoglie un lancio dalle retrovie e cerca invano il secondo palo.

La ripresa si apre con un tiro di Costa Ferreira respinto con i pugni da Bacci, con Saraniti che fallisce la ribattuta nello specchio. Juve Stabia pericolosa su calcio da fermo: Bachini, in ottima posizione, colpisce di testa senza la necessaria precisione. Il Lecce non riesce più a costruire azioni importanti come nel primo tempo. I salentini provano a pescare il jolly con tiri da fuori area. Tra il 60’ e il 65’ Liverani manda in campo Tabanelli per Costa Ferreira e Torromino per Di Piazza.

Al 71° arriva però il gol che decide l’incontro. Errore di Cosenza in difesa, Paponi controlla il pallone e serva l’accorrente Mastalli, che infila Perucchini. Liverani dispone un Lecce tutto offensivo, con Caturano e Dubickas per Armellino. I giallorossi si gettano in avanti alla ricerca del pareggio, ma senza risultati, Anzi, nel finale sono gli ospiti ad andare vicini al raddoppio con Franchini che colpisce il palo; subito dopo, il portiere del Lecce Perucchini si oppone alla grande a Simeri, deviando in calcio d’angolo.

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE