fbpx

Il cinema come viaggio e metafora dell’esistenza

Cinema

 

CASTELLANETA – Il 9 marzo presso il Centro servizi dell’Istituto Mauro Perrone di Castellaneta si parlerà di cinema con chi del cinema ne ha fatto una imprescindibile essenza di vita, con chi crede nelle  molteplici possibilità esplorative del linguaggio cinematografico. Si parlerà di cinema come arte popolare del nostro tempo che può aiutarci a raccontare in modo nuovo il mito del viaggio dell’esistenza. Si parlerà di cinema e di arte pittorica e di come il cinema si stia guadagnando sempre più spazio, di come stia prendendo nuova vita nella terra che ha dato i natali al mito di Rodolfo Valentino. Si parlerà della costruzione di un film che ,come nel capolavoro di Truffaut  “Effetto notte”, rappresenta nelle sue fasi il ciclo della vita: dal concepimento-idea fino alla sua nascita-produzione.

L’I.I.S.S. Mauro Perrone   ospiterà il convegno “ Il Cinema come Arte e l’Arte di fare il  cinema” che, nella poliedricità degli interventi che si succederanno, darà voce alle voci del cinema attraverso il regista Nico Cirasola, che a Castellaneta ha girato il suo ultimo film “Rudy Valentino” e che, per la Puglia e non solo, rappresenta il “fare cinema” in modo alternativo e sempre appassionato. Il suo è il cinema di chi si è sempre dedicato a quest’arte come il suo grande sogno, il sogno della sua vita e di questo sogno ha riempito con originalità, andando fuori dagli schemi ,i suoi film. Ci sarà il cinema raccontato dalla voce del critico cinematografico Mariangela Sansone che aprirà una porta alla pittura attraversando scenari cinematografici  “oltre le immagini”. E poi ancora Pietro Manigrasso ,che ha saputo coniugare il suo essere attore, al suo essere regista e produttore insieme. Voce al cinema sarà data anche da presenze qualificate e qualificanti  come il Direttore de “Il Corriere nazionale” Antonio Peragine, il dottor Giacomo Marcario, esperto di cinema e di psicologia della comunicazione, che da anni rappresenta il cinema in Puglia attraverso numerosi progetti volti a promuovere il cinema come settima arte.

Il 9 marzo ci sarà “tanto di cinema” in quella che è “terra di cinema”.

Il denominatore comune, che sarà il filo conduttore della serata, sarà proprio considerare il cinema come arte che coinvolge andando aldilà dello stesso film. Aprire inoltre  uno spazio scuola ad iniziative di questo tipo non  può che essere edificante per la scuola stessa e per i giovani che la frequentano. Il cinema infatti è uno strumento didattico che dalle molteplici potenzialità: può sottrarre i giovani alla passività e alla inerzia intellettuale, può dare consapevolezza alla loro capacità di elaborare e di scegliere. E soprattutto può renderli consapevoli delle loro emozioni.

La ricerca psicologica e pedagogica infatti ha dimostrato che il cinema aumenta la capacità di raccontare storie, cioè sviluppa la facoltà mitopoietica della mente umana. Il cinema potrebbe essere quindi il nostro equivalente delle rappresentazioni mitologiche…esso possiede una enorme possibilità di raccontare il mito e di camuffarlo in modo meraviglioso. Il cinema ci aiuta a vivere, contiene la nostra vita e, almeno a livello potenziale ,può illuminarla.

Milena Scarati

Istituto Professionale di Stato per il Commercio, il Turismo, l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Mauro Perrone” di Castellaneta – 9 marzo 2018, alle ore 16,00, presso l’auditorium dell’Istituto, Convegno  “ Il Cinema come Arte e l’Arte di fare il cinema.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE