fbpx

Cinema che passione!

Cinema

Cinema è passione, sogno, racconto, divertimento, conoscenza, formazione, riflessione e anche lavoro, artigianato, industria… Per molti è una storia raccontata a 24 fotogrammi (pari a 24 fotografie al secondo) Per Federico Fellini, un maestro di cinema Italiano conosciuto e studiato in tutto il mondo:  “ Il cinema  è un arte capace di raccontare storie : quelle legate ai fatti  nostri o di altri prese con dettagli su avvenimenti quotidiani che accadono intorno alle nostre case, nei nostri paesi, nei continenti, o storie fantastiche che raccontano i nostri sogni…”

Lui raccontava i suoi sogni! Il cinema la 7° arte non è ancora materia di studio nelle scuole tranne quelle specialistiche: Il Cento Sperimentale di Cinematografia di Roma, con sede distaccate in qualche altra Regione, il DAMS a Bologna e nelle sedi decentrate, o in qualche scuola privata.

Oggi a distanza di 123 anni dalla sua nascita potrebbe essere possibile realizzare un buon film anche con un telefono cellulare senza la necessità di tanti mezzi e tecnici, ovviamente dipende dalla qualità e dai contenuti dell’opera. E’ assurdo che nell’era del mondo delle immagini, delle evoluzioni tecnologiche delle scienze delle comunicazione a ritmo incessante, il linguaggio cinematografico è ancora “elitario” o passivamente subito da spettatore, sarebbe opportuno appropriarsene e studiarlo a scuola fin dalle elementari come la letteratura, la storia, la filosofia, la matematica, la fisica, la geografia associata alle specifiche materie pratiche degli istituti d’arte, delle scuole tecniche, alberghiere.  Qualsiasi attività di piacere e lavoro si voglia intraprende è necessario a ciascuno di noi una base culturale solida per fare le nostre scelte e sviluppare la nostra creatività. La realizzazione o la riparazione di una scarpa, la capacità di saper cambiare una ruota bucata dell’auto, saper riparare un lavandino, preparare un piatto gustoso per i nostri palati sono esercizi che dobbiamo continuare a praticare facendo uso delle nostre mani fonte di sicura ricchezza, e tutto questo è certamente il frutto di esperienze ed esercizi pratici, ma senza una base culturale e una solida formazione quello che faremo sarà sempre asettico, sarà privo della ciliegina necessaria a creare una opera unica che riesce a soddisfarci fino in fondo…

Ideare, realizzare, distribuire, promuovere una nostra opera da un film a un piatto di pasta è la sintesi della nostra conoscenza, sensibilità, intuizione, capacità pratica ma soprattutto delle nostre capacità intellettuali e della nostra conoscenza !  Da sempre e soprattutto oggi la donna e l’uomo hanno tutto quello che gli serve a partire dal nostro corpo… basta sapere scegliere, rispettare noi stessi, gli altri la natura che ci circonda, soprattutto noi stessi. Quando frequentavo le scuole dalle elementari al Liceo fino all’università non mi rendevo conto del privilegio concessomi. Ma ora tutto quello che ho appreso durante quegli anni sono la base dei miei film, delle mie opere. Un film da vedere o rivedere è “l’attimo fuggente”, di Peter Weir del 1989 con Robin Williams, il titolo si ispira alla celebre ode di Orazio che tradotto in Italiano significa “cogli l’attimo”, tradotto nel mio dialetto “auant’ auant’ ci  auant” facilmente adattabile ad ogni altra lingua…

                                  

 

 

 

 

 

 

Nico Cirasola

Attore e Regista


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE