fbpx

Comunque vada

Cronaca

L’Esecutivo si farà; anche se all’”italiana”. La Penisola non ha la stoffa dei Grandi Paesi d’Europa per fare”scelte” quando non ci sono i numeri. Restano ancora troppe posizioni “ibride” da definire. Perché, è meglio rammentarlo, i problemi prioritari della Penisola sono ben lungi dall’essere conclusi.

I politici, alla fine, troveranno un tracciato operativo che non andrà a soddisfare nessuno; ma consentirà, forse, di portare avanti una Legislatura anche se non a tempo pieno.

Sul fronte sociale è calma “piatta”. avevamo scritto che il 2018 sarebbe stato l’anno della “svolta”. Ora preferiamo rimettere in campo un plausibile pessimismo. A ben osservare, il futuro Governo non sarà in grado di tamponare, neppure in parte, la falla economica del Paese.  Si tornano a percepire venti di “polemica”. Per ora in sordina; ma sino a quando? L’economia del Bel Paese non può poggiare su posizioni ideologiche non suffragate da evidenti stimoli di ripresa produttiva e di coerenza politica.

Le necessità imporrebbero d’andare oltre. Probabilmente, si è già perduto tempo prezioso. Dopo tante prove d’incoerenza e di peccati, tutt’altro che veniali, si è capito che per fare i “politici”, oltre all’onestà, ci vuole un’innata “stoffa”. L’elettorato, in questi anni di “magra, ” si è fatto un’attinente idea sugli eventi. N’è risultato che gli italiani avrebbero apprezzato essere informati “prima” di quello che si avrebbe avuto  in animo d’applicare “dopo”. Dal prossimo mese, i Partiti dovranno mettere le loro “carte” in tavola e gli Elettori, questa volta, non saranno più le “pedine” di una partita che definirà le sorti della Penisola. I risultati elettorali non consentono neppure questa”scusante”. Il “Rosatellum” ha complicato il meccanismo del voto. Certo è che la normativa in questione avrebbe potuto essere “scongiurata”. Invece, è stata promulgata. I risultati paleseranno il rischio di una governabilità”condizionata” del Paese.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE