fbpx

Attacco in siria: e ora?

Estero

Dopo gli annunci, i proclami, le minacce e le tensioni degli scorsi giorni, in quella che è apparsa come una escalation inarrestabile, l’attacco è arrivato: alle 4.30 del mattino ora di Damasco, Usa, Francia e Gran Bretagna hanno condotto un raid missilistico in punizione dell’attacco chimico dello scorso 7 aprile: sono stati colpiti un centro di ricerca scientifica a Damasco, in cui si ritiene vengano prodotte armi chimiche e biologiche, due depositi di armi chimiche e un centro di comando siriano a ovest della città Homs. L’operazione ha suscitato le dure condanne di Damasco, che annuncia di aver “reagito”, e di Russia e Iran, che hanno invece avvertito che “ci saranno conseguenze”. Perché questo attacco? E quali scenari si aprono ora?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE