fbpx

Interrogazione in Consiglio su incarico di consigliera esterna del Presidente

Puglia

BARI – Questa mattina ho depositato in Consiglio regionale un’interrogazione urgente al Presidente della Giunta, Michele Emiliano, e all’assessore al Personale, Antonio Nunziante, relativa all’incarico di consigliera esterna del Presidente per il supporto e l’assistenza nei lavori della Giunta, attribuito con decreto, nei giorni scorsi, alla Dott.ssa Carmela Moretti.

Si tratta di una vicenda di cui mi sono interessato nelle scorse settimane e per la quale ho anche inviato, per pec, una formale richiesta di chiarimenti al Presidente della Giunta, all’Assessore al Personale, al Capo di Gabinetto, al Segretario Generale della Giunta e al Direttore del Dipartimento del Personale, rimasta, però, priva di riscontro.

L’incarico, infatti, potrebbe presentare profili di evidente inopportunità, quando non di vera e propria illegittimità, in ragione del fatto che la dott.ssa Moretti ha promosso nelle scorse settimane un ricorso giurisdizionale avverso il provvedimento di pensionamento adottato dalla Regione Puglia, contestandolo nel merito e avanzando addirittura una richiesta di risarcimento danni per oltre 100.000 euro.

Dal nostro punto di vista, l’aver avviato un contenzioso nei riguardi della Regione Puglia con una rilevante pretesa economica (sulla cui fondatezza sarà il Giudice adito ad esprimersi) potrebbe configurare un evidente e inopportuno conflitto di interesse per la dott.ssa Moretti nell’esercizio del suo incarico di verifica e controllo sulla legittimità degli atti adottati dalla Giunta, sino alla scadenza del mandato presidenziale.

A tale riguardo ho chiesto se la consigliera incaricata dal Presidente abbia sottoscritto l’autocertificazione richiesta a tutti i collaboratori esterni dell’Amministrazione regionale, attestante l’assenza di ogni tipo di conflitto di interessi.

E questo al netto del fatto che, con questa nomina, la dott.ssa Moretti si troverebbe, in sostanza, a proseguire nelle sue precedenti mansioni da Segretario Generale, pur essendo ormai fuori dai ruoli regionali.

Senza voler minimamente sindacare sulle indiscutibili competenze della dott.ssa Moretti, acquisite in tanti anni di onorato servizio in Regione, ritengo che questo rappresenti una anomalia che potrebbe addirittura arrecare danni all’Amministrazione regionale e, per questo, credo sia necessario un approfondimento per garantire massima trasparenza e legittimità assoluta nell’attribuzione di questi delicati incarichi di consulenza che, per quanto a titolo gratuito (come in questo caso), non possono essere conferiti con eccessiva leggerezza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE