fbpx

Abusivisimo edilizio, immobile sequestrato dalla polizia locale

Cronaca

BARI – Ancora casi di abusivismo edilizio. Ieri mattina la Polizia Locale di Bari ha sequestrato un immobile dove erano in corso lavori edili in mancanza di autorizzazione. Due uomini, il proprietario e l’esecutore delle opere edili, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria. A Bari, in via Glomerelli, in una area di zona artigianale, un cittadino di nazionalità Nigeriana, con poca conoscenza della lingua Italiana, è stato sorpreso mentre aveva in corso lavori di realizzazione di un bagno con scarico collegato ad una vasca di decantazione, pozzo nero, scavata all’aperto nel cortile dell’immobile con probabile scarico a dispersione in falda.

Lo stesso, mostrando un “contratto di locazione ad uso diverso (culto religioso)” stipulato lo scorso febbraio e sprovvisto di registrazione di legge, non è stato in grado di mostrare alcun titolo autorizzatorio all’esecuzione delle opere. Per quanto accertato si è constata la violazione della destinazione d’uso dell’immobile dall’originario uso artigianale e la mancanza di qualsivoglia autorizzazione per l’esecuzione dei lavori. Il proprietario e l’esecutore delle opere sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria perché sforniti di permesso a costruire e nulla osta del Genio Civile e l’immobile posto sotto sequestro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE