fbpx

Liberi di … giocare insieme”, torneo antirazzista a Villa de Riseis

Sport & Motori

Il 25 aprile a Pescara il quadrangolare di calcio promosso da Arci e Anpi

PESCARA – I migranti ospitati nei centri di accoglienza gestiti da Arci Pescara e Caritas e le squadre di calcio dell’Anpi e della Cgil si sfidano domani, mercoledì 25 aprile, nel torneo “Liberi di … Giocare insieme”. Il quadrangolare di calcio si disputerà nel campetto del parco di Villa de Riseis, a Pescara, nella giornata in cui l’Italia festeggia la Liberazione dal nazifascismo. L’obiettivo comune dei comitati provinciali Arci e Anpi di Pescara, enti promotori della manifestazione, è di sostenere la cultura dell’integrazione, dell’accoglienza e della pace sul territorio, in linea con la strada tracciata dalla Costituzione Italiana, a 70 anni dalla sua entrata in vigore, che con l’articolo 3 ha riconosciuto il principio di uguaglianza formale e sostanziale di tutti i cittadini.

In un periodo storico caratterizzato dal rigurgito di tendenze xenofobe e pulsioni populiste, riproposte da quei movimenti neonazisti che hanno trovato terreno fertile nella pancia del Paese, l’Arci e l’Anpi ribadiscono la necessità di proporre ai cittadini e al mondo della politica una lettura e un modo di agire più inclusivi e costruttivi, attraverso politiche di giustizia sociale, rilancio del welfare, accoglienza, cooperazione, sviluppo della cultura, inclusione e partecipazione. Solo in una società più aperta, coesa e meno diseguale possono prevalere i principi di libertà, uguaglianza e integrazione fra i popoli riconosciuti dalla Costituzione italiana.

L’uguaglianza e l’integrazione, infatti, rappresentano valori da difendere e tutelare soprattutto quando risultano al centro di attacchi incrociati. È per questo che, nella giornata nazionale dedicata alla Liberazione dal nazifascismo, l’Arci e l’Anpi hanno voluto promuovere la seconda edizione del torneo di calcio “Liberi di … Giocare insieme” che, per il secondo anno consecutivo, raccoglie i rifugiati ospiti dei Centri di accoglienza per stranieri (Cas) e degli Sprar (Servizi protezione rifugiati e richiedenti asilo) del territorio e le squadre di calcio costituite dai giocatori stranieri provenienti da nazioni come Senegal, Camerun, Gambia e Nigeria. Un’iniziativa simbolica che si inserisce nel calendario delle manifestazioni ideate da Arci e Anpi per ricordare i cittadini caduti per la libertà, celebrare i 73 anni dalla liberazione dall’occupazione nazifascista e rinnovare i valori democratici che da sempre costituiscono il fondamento della base associativa di Arci e Anpi. L’appuntamento è fissato per domani, mercoledì 25 aprile, a partire dalle ore 15,00 sul terreno di gioco di Villa de Riseis, a Pescara.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE