fbpx

Crispiano tornerà ad un ‘comune sentire’

Puglia

CRISPIANO – Si scaldano i motori per  la gara elettorale di domenica 10 giugno prossimo, per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale di Crispiano, attualmente  retta  “discrezionalmente” dal commissario straordinario dott. Mario Volpe e dai due sub commissari dott.ssa  Maria Rita Pollicoro e dott. Cosimo Gigante.                                                                                                                            

Una lista progressista ed ecologista in fase di lavorazione per la quale i promotori (Gabriele, Aldo, Annalisa, Angelo, Giovanni, Nicola, Franco, Massimo, Tina, Ada) invitano i cittadini, “Per saperne di più, per condividere con noi, firmatari della presente nota,  idee ed un percorso politico, a chiamare i nostri numeri 328.4325757, 329.3148682, 392.1687830 oppure scriverci all’indirizzo mail: comunesentire@gmail.com”.

Un modo nuovo di proporsi con una lista che si chiamerà ‘COmune SEntire’, “un nome che vuole parlare ai cuori oltre che alle menti di cittadine e cittadini”.

Lo scopo del gruppo progressista ed ecologista, al lavoro da molte settimane, “è quello di far rinascere un ‘comune sentire’ a Crispiano: sarà questa la sfida che la nuova amministrazione comunale dovrà affrontare, e per questo ci candidiamo ad esserne co-creatori di idee e soluzioni con l’intera comunità locale. Per farlo, serve un progetto politico nuovo, capace di dare fiducia alla comunità, di credere nel Bene Comune, nelle alternative ecosostenibili, nella creatività di tutte e tutti e di ciascuna e ciascuno”.

“Siamo quelli – prosegue il comunicato – con la testa nel Mondo ed i piedi in piazza Madonna della Neve, con qualche anno in più, ma anche con maggiori competenze grazie allo studio continuo, al lavoro ed all’impegno nel volontariato e nell’associazionismo. Lanceremo così otto grandi temi, con altrettante azioni pratiche collegate, capaci di creare lavoro pulito e giusto, economia circolare, che ci consentiranno di resistere rispetto alla gravissima crisi di bilancio in fase di dissesto guidato, di rimediare allo sgoverno degli ultimi anni, al disincanto delle persone allontanate dall’interesse generale. Investiremo anzitutto nella qualità della vita dei cittadini, proveremo ad attrarne di nuovi, perché come don Tonino Bello testimoniava, saremo attenti non ai ‘segni del potere’, bensì al ‘potere dei segni’: forti della nostra lontananza da logiche di potere, dando spazio a voci nuove capaci di parlare a tutte e tutti”. 

“Si uniscano a noi – conclude il documento – tutte le persone creative, sognatrici, di buona volontà. Manca poco per il lancio del nostro slogan #fareCOSEinsieme”.

Michele Annese


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE