fbpx

“Renzi sabotatore”, l’affondo di Di Maio

Politica

“Di fronte a Fico, incaricato da Mattarella, non solo Martina ma anche Delrio e Marcucci hanno dato la disponibilità al dialogo. Nel frattempo” in attesa della direzione del Pd, “Renzi va da Fazio e chiude tutto”. Dagli studi di ‘Porta a Porta’, Luigi Di Maio lancia l’affondo accusando l’ex segretario dem di aver “sabotato” il dialogo tra Pd e M5S.

“In questi 55 giorni bugiardi sia Renzi che Berlusconi si sono sempre sentiti. Ma anche Renzi e Salvini si sentivano, perché l’obiettivo era non mandare il M5S al governo. Se volevano fare un governo Salvini-Berlusconi-Renzi lo dovevano dire subito”, ha aggiunto il capo politico del Movimento. “Il Pd – sostiene – è ancora Renzi a tutti gli effetti e mi dispiace perché con Martina c’era un’interlocuzione”.

L’apertura al Pd? “Mi è costata molto questa cosa. Quello che pensavo del Pd – racconta -, lo pensavo ancora in quei giorni. Tanti nostri attivisti tutt’oggi stanno combattendo governatori e sindaci del Pd. Ma quando si ha il 32% l’obiettivo è provare a dare un governo al Paese”. Ma Di Maio rivendica “tutto quello che ho fatto perché al centro del contratto mettevo le soluzioni”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE