fbpx

 Migrazione e Dividendo Demografico: la mobilità dell’Africa

Immigrati

Alla Farnesina seminario internazionale organizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), in collaborazione con l’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo (AIDOS) e con il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

 Si svolge oggi alla Farnesina, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il Seminario Internazionale “Migrazione e Dividendo Demografico: la mobilità dell’Africa Sub – Sahariana” , organizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), in collaborazione con l’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo (AIDOS) e con il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

La sessione di apertura vedrà l’intervento di Giorgio Marrapodi, Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, a cui faranno seguito gli interventi di Arthur Erken, Direttore della Divisione Comunicazione e Partenariato Strategico di UNFPA e di Jayathma Wickramanayake, Inviata Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per i Giovani.

Seguiranno sessioni tematiche in cui esperti nazionali ed internazionali illustreranno e analizzeranno dati e politiche legate al nesso tra migrazione e dividendo demografico nella regione dell’Africa Sub-Sahariana.

Con una popolazione di 1,2 miliardi, la popolazione africana raggiungerà 1,7 miliardi nel 2030 e 3 miliardi nel 2063. Tale aumento di popolazione incide anche sull’aumento del tasso di migrazione. Il seminario intende evidenziare la necessità di un approccio integrato multisettoriale e multi-attore per agire sulle cause profonde delle migrazioni e sulle sfide interconnesse. L’obiettivo è trasformare la sfida demografica in Africa Sub – Sahariana in una grande opportunità di sviluppo per la regione. La prospettiva di genere sarà considerata come una questione trasversale. Il concetto di dividendo di genere, entrato di recente nella più ampia discussione sui dividendi demografici, si configura come l’aumento della crescita economica che potrebbe essere realizzata con adeguati investimenti sulla formazione di donne e ragazze.

L’evento è anche parte del Festival dello sviluppo Sostenibile, organizzato annualmente dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) per promuovere e diffondere una cultura della sostenibilità nella società italiana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE