fbpx

Anticipazioni politiche superflue

Politica italiana

Pur comprendendo le perplessità dei Lettori che seguono le nostre riflessioni, non siamo nelle obiettive condizioni d’azzardare delle previsioni attendibili sull’imminente composizione dell’Esecutivo concordato tra Di Maio e Salvini. Ovviamente conosciuti al Presidente del Consiglio dei Ministri incaricato Prof. Giuseppe Conte (art.92 della Costituzione). Le contrattazioni, almeno per quanto abbiamo appreso, sono state “blindate” e i pareri potrebbero rispecchiare ben differenti composizioni di un Esecutivo che avrà difficoltà nel rimanere a suo posto.

Certo è che l’imminente Potere Esecutivo avrà un “comportamento” politico che non ci sentiamo d’ipotizzare. Le novità, comunque, non mancheranno. E’ anche una questione caratteriale di chi, per una legge elettorale “caotica” ha ottenuto, almeno sulla carta, l’opportunità di essere il braccio esecutivo di un Potere Legislativo del quale preferiamo non fare apprezzamenti prima d’averlo visto all’opera.

Tuttavia, entro il mese, tutti i “tasselli” saranno al loro posto e il Primo Ministro sarà presentato al Paese con la squadra di Governo. L’importante è che sia in grado di “dirigere” il consesso senza stonature. Eventualità che non ci sentiamo d’escludere a priori. Chi è esordiente, può anche errare. L’esperienza di governo non nasce col voto, ma con i programmi che saranno presentati. Coerenti al ruolo che abbiamo fatto, da subito, nostro, prima di commentare i contenuti del “contratto di governo” (quando saranno resi noti), sarà nostra cura attendere le reazioni del Parlamento. Meglio, quindi, non tener conto delle ipotesi e attendere, invece, la verifica parlamentare del programma operativo di governo.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE