fbpx

La scelta di Mattarella favorisce Lega e 5 Stelle

Politica

di Enzo Varricchio

Altro che impeachment. Lega e Movimento 5 Stelle dovrebbero erigere un monumento al presidente Mattarella che di fatto ha agevolato il loro stratagemma: insistere su un ministro dell’economia inviso a Bruxelles, ai cosiddetti mercati e alla banca centrale, per fomentare una contrapposizione strumentale.

A nostro avviso il Colle, dentro o fuori dalle sue prerogative costituzionali, ha infatti sottovalutato il fatto che ora si trovino contrapposte in modo netto le forze europeiste e le forze antieuropeiste, l’ancién regime da un lato e la tentazione del nuovo dall’altro.

Non convince nemmeno la motivazione del gran rifiuto espresso dal Capo dello Stato. Dopo innumerevoli inviti a fare in fretta, non sembra logico stoppare un governo politico espresso dalle forze vincitrici di legittime elezioni perché l’spirante ministro Savona ha criticato i metodi di Bruxelles. Una sorta di lesa maestà.

La presa di posizione di Mattarella ha il sapore di un’acquiescenza ai voleri d’oltralpe che potrebbe consegnare il Paese a una maggioranza assoluta ed equamente divisa dei nubendi Lega-5Stelle.

Di Maio e Salvini volevano arrivare proprio a questo: sfruttare l’acceso scetticismo degli italiani verso l’Europa, acuito dalle indebite ingerenze di Bruxelles e Berlino sull’esito del governo Conte e su Savona, per tornare alle elezioni e stravincerle col favore di un popolo che già arringano dalle piazze. Il nullismo ideologico del BerluscaRenziParty sta facendo il resto e, allo stato, condanna i vecchi partiti all’oblìo.

Qualcuno paventa derive autoritarie e boomerang economici, e forse non è poi così lontano dal vero, ma le reali intenzioni e le effettive capacità dei probabili vincitori si manifesteranno presto.

Resta la strana sensazione che questa assolata domenica di fine maggio potrebbe passare alla storia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE