fbpx

Truffa al Comune di Taranto, denunciati cinque ex consiglieri

Cronaca

guardia finanza

TARANTO – Nella giornata di ieri, 3 luglio, i Militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Taranto, all’esito di una attività di indagine hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” – ex art. 321 c.p.p. -, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Taranto – Dott. Vilma Gilli -, di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 240 mila euro, nei confronti di 5 ex consiglieri del Comune di Taranto.

Gli accertamenti hanno riguardato la tematica dei rimborsi previsti dagli articoli 79 e 80 del Decreto Legislativo n. 267/2000, in base ai quali le assenze di un lavoratore dipendente per l’esercizio delle funzioni di componente di un Consiglio comunale, sono a lui retribuite a cura del suo datore di lavoro, il quale, su specifica richiesta documentata, viene successivamente rimborsato da parte dell’Ente civico.

A tal riguardo, è stato appurato che i predetti ex consiglieri comunali, in unione e con il concorso di taluni titolari di imprese, hanno di fatto in alcuni casi simulato del tutto l’esistenza di un contratto di lavoro dipendente e, in altri casi, modificato artatamente in senso migliorativo l’inquadramento contrattuale, al fine di ottenere, per le loro assenze dal lavoro giustificate dalla partecipazione alle sedute del Consiglio comunale di Taranto, rimborsi del tutto indebiti o quantomeno maggiorati. Tali illeciti comportamenti hanno indotto in errore il Comune di Taranto, il quale ha ratificato, per il periodo 2012/2014, rimborsi non dovuti per 240 mila euro.

I 5 ex consiglieri comunali sono stati denunziati all’Autorità Giudiziaria procedente per il reato di truffa aggravata in danno di Ente pubblico. Il suindicato importo di sequestro per 240 mila euro coincide con il danno economico cagionato.”

Nel primo comunicato della Guardia di Finanza di Taranto si faceva riferimento a 13 consiglieri comunali denunciati all’autorità giudiziaria. A seguito di successiva comunicazione, la stessa Guardia di finanza ha precisato che gli ex consiglieri comunali coinvolti nell’indagine sono 5, tali M. C.,C. G. ,F. I., R. P., G. U. Coinvolti anche alcuni titolari di imprese a cui si fa riferimento nella nota stampa della Gdf.

(Fonte: Redazione PugliaPress)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE