fbpx

L’Uzbekistan introduce il visto turistico elettronico

Viaggi &Turismo

L’Uzbekistan introduce il visto turistico elettronico, l’ingresso senza il visto per i cittadini stranieri minori di 16 anni e consente l’ingresso senza visto per un massimo di 5 giorni ai passeggeri di transito. 

Il 4 luglio 2018 il presidente Shavkat Mirziyoyev ha firmato una risoluzione “Sulle misure per ottimizzare la normativa d’ingresso di cittadini stranieri nella Repubblica dell’Uzbekistan”. Secondo il documento, dal 15 luglio 2018 l’Uzbekistan:
– Avvia un sistema elettronico del rilascio di visti d’ingresso E-VIZA.UZ, revocando l’obbligo di domanda del visto turistico presso le rappresentanze diplomatiche e gli uffici consolari dell’Uzbekistan all’estero;  
– Introduce la procedura d’ingresso senza visto, soggiorno breve e uscita dall’Uzbekistan attraverso la frontiera per i passeggeri in transito in aeroporti internazionali del paese per un massimo di 5 giorni (segue l’elenco completo di 101 paesi). I passeggeri di transito devono avere il biglietto aereo per il paese terzo e la compagnia aerea ha l’obbligo di fornire prima della partenza verso l’Uzbekistan l’informazione sui passeggeri al Corpo delle guardie di frontiera del servizio di sicurezza dello Stato dell’Uzbekistan;
– Consente l’ingresso senza visto, soggiorno breve e uscita dall’Uzbekistan saranno consentiti ai cittadini stranieri minori di 16 anni in possesso del proprio passaporto straniero o documento di viaggio biometrico e accompagnati da loro rappresentanti legali per un periodo di validità del visto d’ingresso emesso per gli accompagnatori ma non più di 90 giorni dal giorno d’entrata in Uzbekistan.
​Il presidente dell’Uzbekistan ha firmato una risoluzione sull’istituzione dell’Università Internazionale del Turismo “La Via della Seta” a Samarcanda.
Il 28 giugno 2018 il presidente dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev ha firmato una risoluzione che istituisce l’Università Internazionale del Turismo “La Via della Seta” a Samarcanda.
L’Università formerà i professionisti del turismo e svolgerà delle ricerche scientifiche e lavori creativi nel campo del turismo internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE