fbpx

Imprenditore italiano ucciso in Venezuela

Estero

 

Sequestrato e ucciso in Venezuela. L’imprenditore italiano Elio José Simonelli Datellis, proprietario dei magazzini Nestlé ad Aragua, è stato infatti trovato morto all’interno del suo suv in una strada di quartiere del comune di Francisco Linares Alcántara, dopo essere stato rapito. A riferirlo è la stampa locale.

Secondo il quotidiano ‘El Siglo’, il 45enne è stato rapito mentre si apprestava ad aprire la sua officina nei pressi dell’Avenida Fuerzas Aéreas, a Maracay. Gli aggressori lo hanno spinto nel sedile posteriore della sua Toyota 4 Runner e sono fuggiti con l’automobile.

Allertate dal fratello, le autorità hanno iniziato ad inseguire la vettura, ma durante la fuga deve essere successo qualcosa tra l’uomo d’affari e i rapitori. Probabilmente Simonelli ha tentato di fuggire e i sequestratori gli hanno sparato colpendolo all’addome, per poi scappare a piedi. Una volta raggiunto il suv, gli agenti hanno infatti trovato all’interno l’uomo morto per le ferite subite. La banda è stata però intercettata dalla polizia, che ha ingaggiato un conflitto a fuoco in Araguaney Street, in cui sono morti cinque rapitori. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE