fbpx

La nuova Serie A prende forma

Sport & Motori

Il mese di luglio sta per terminare e con esso anche i primi periodi di preparazione delle principali squadre al prossimo campionato di Serie A. Con la notizia fresca della riammissione del Milan alle competizioni europee, più esattamente all’Europa League, in Italia si riparte dalla consapevolezza che la Juventus sarà nuovamente la squadra da battere. Dopo il grande evento dei mondiali di Russia che ha tenuto banco per un mese intero e ha visto l’ex juventino Deschamps portare in trionfo la nazionale francese, adesso a tornare a far parlare di sé sono i campionati europei. La Serie A 2018-19 spicca come un torneo nel quale varie novità hanno aumentato il livello di competitività. Andiamo quindi a vedere quali sono le principali.

 

source: Facebook

fonte: Facebook

La luce di Cristiano Ronaldo

Sebbene da molto tempo il campionato italiano avesse perso attrazione e non fosse popolato dalle principali star del calcio mondiale, quest’estate la grande mossa di Beppe Marotta, in collaborazione con Jorge Mendes, di portare Cristiano Ronaldo alla Juventus è stata il ritorno a un passato prestigioso. Il portoghese, reduce anch’egli dal mondiale russo, è approdato a Torino all’età di 33 anni ma sembra ancora un giovincello. Bravissimo a prendersi cura del proprio corpo, secondo molti ha ancora molta benzina nelle gambe ed è un bomber di garanzia internazionale. La società torinese lo ha acquistato principalmente per puntare al grande sogno della Champions League, una competizione che la Juve targata Adidas non riesce a vincere dal lontano 1996. Vincitore di ben cinque palloni d’oro, Ronaldo approda in Italia come superstar assoluta intenzionata a vincere il sesto per staccare finalmente Lionel Messi, suo grande rivale di sempre. Quel che è certo è che con l’arrivo del grande testimonial Nike la Juventus sarà ancora più forte di prima, come menzionano le previsioni delle scommesse Betway che il 23 luglio vedono i bianconeri favoriti per lo Scudetto con una quota di 2,05. Se, da un lato, l’arrivo di Ronaldo porta nuova linfa e prestigio alla Serie A, per le rivali della Juventus i giochi saranno ancora più complicati fin dall’inizio, data l’aggiunta di un valore assoluto in una squadra già fortissima di sé. Tuttavia, un altro arrivo, o meglio ritorno, ha scosso la Serie A, stavolta partendo dal Sud.

source: Facebook

fonte: Facebook

Il ritorno di Carlo Ancelotti

Stiamo parlando dell’ingaggio di Carlo Ancelotti da parte del Napoli. L’ex-tecnico di Milano, Paris Saint Germain, Real Madrid e Bayern Monaco, è una garanzia dal punto di vista della gestione del gruppo e ha nel suo curriculum tre Champions League e una serie di vari campionati nazionali vinti ovunque abbia allenato. Da un certo punto di vista, sebbene non si tratti di un calciatore, l’arrivo di Ancelotti è un controbilanciamento di quello di Cristiano Ronaldo. Si tratta, infatti, di due grandi vincenti che sanno il fatto loro e sono dei punti di riferimento nei loro ambiti. D’altronde, i due si conoscono bene avendo convissuto per un periodo al Real Madrid, dove hanno conquistato insieme la decima Champions del club blanco.

L’arrivo di Ancelotti al Napoli è anch’esso uno stimolo importante e volto a far bene, soprattutto per una società e una squadra che hanno bisogno di effettuare un vero e proprio salto di qualità dopo aver concluso nuovamente una stagione al secondo posto, seppur col record di punti (91) della propria storia. L’abilità strategica e di gestione del gruppo del tecnico emiliano saranno importanti nella crescita del progetto del Napoli, che non avrà le risorse economiche della Juve ma sta crescendo lentamente ed è ormai alla nona stagione consecutiva in una competizione europea.

L’Inter di Spalletti e la Roma di Monchi

Affacciandoci verso altre realtà, vediamo come l’Inter di Luciano Spalletti si sia rinforzata e non poco quest’estate. L’arrivo di un 4×4 come Radja Nainggolan dalla Roma ha aumentato lo spessore di un centrocampo già di livello e la conferma di Skriniar e di Icardi è simbolo della voglia della società di puntare a una crescita immediata. La Champions League raggiunta l’anno scorso all’ultimo respiro contro la Lazio porterà benefici economici immediati e con uno come Spalletti in panchina i nerazzurri saranno una gatta da pelare per chiunque.

La Roma, dal canto suo, punta molto sull’estro di Di Francesco, un tecnico capace di sconfiggere il Barça l’anno scorso, e sui colpi di Monchi. Il direttore sportivo spagnolo ha sì venduto Nainggolan e Alisson, eppure ha portato a Roma a poco prezzo calciatori come Pastore e soprattutto dei prospetti interessanti come Justin Kluivert, Ante Coric e Bryan Cristante. Con ancora alcuni giorni disponibili per il calciomercato, la squadra capitolina può ancora pensare a rinforzarsi per migliorare il terzo posto dell’anno scorso, anche se sarà importante che non si privi di un elemento come Alessandro Florenzi, per il quale ancora ci sono dubbi in merito al rinnovo di contratto.

In generale, la nuova Serie A sta prendendo forma e sembra essere già piuttosto interessante. Con il rinnovato scontro al vertice tra la Juventus e il Napoli e la presenza di squadre come Inter, Roma, Milan e Lazio a poter inserirsi, lo scenario risulta già piuttosto divertente. Resterà da vedere se, ora che è arrivato Cristiano Ronaldo, il campionato italiano tornerà ai grandi fasti del passato, quando i migliori calciatori del pianeta giocavano in Italia. Che sia l’inizio di una nuova era per il calcio del Belpaese?

https://sports.betway.it/it/sports/cat/soccer


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE