fbpx

Palinsesto di un esecutivo

Cronaca

Il Governo Di Maio/Salvini, per qualcuno, è anche “illuminato”. Ma con questo Esecutivo, piovuto dall’” alto”, non è possibile indicare delle tesi. Tant’è che la “vita”governativa è stata approvata da un Parlamento con funzionalità limitata. Quello che continua a preoccuparci è l’incertezza del “dopo”; quando saranno nuovamente gli italiani a essere chiamati alle urne per chiarire il futuro del Paese.

Chi è in Parlamento resta arroccato nelle sue posizioni e l’attività politica, almeno quella che per noi conta, è ridotta. Intanto, s’ipotizza su un futuro istituzionale più concreto. Ma il Centro/Destra ha ancora da varare il suo Contratto di Governo. Ora, sembra, che sia stata predisposta la prima fase ufficiale; quella che dovrebbe riavviare i processi produttivi nel Paese. La volontà degli imprenditori e delle forze sociali è ancora da verificare. Finite le assemblee parlamentari, i politici hanno chinato il capo alla linea di Centro/Destra. Risistemare l’economia nazionale, però, sarà dura. Non basteranno, sicuramente, mesi.

 Ora ci aspettiamo più manovre per programmi atti a evidenziare i veri “amici”d’Italia. Il 2019 dovrebbe servire per ritrovare una via politica capace di riportare l’Italia lontana dalle secche economiche presenti e insidiose anche a livello europeo.

 Illusioni per un Paese migliore non se ne fa più nessuno. L’importante che si riesca a non renderlo peggiore. Il fronte politico italiano è, dunque, in evoluzione e ciò che è stato non è scontato che ancora sarà. Quello che preme è che, entro il prossimo anno, il Bel Paese sia messo nelle condizioni di tornare a tutto campo tra gli Stati meritevoli UE.

 L’Esecutivo Di Maio/Salvini, che ha un preciso valore politico. Ma dovrà saper conservare posizioni tanto stabili da non consentire più altre “emergenze” politiche nel nostro futuro.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE