fbpx

I cocktail dell’estate 2018: un mix tra “trend” e “rituale”

Senza categoria

E’ estate è la voglia di bere qualcosa di dissetante e idratante per la nostra pelle dilaga soprattutto nelle serate afose, in riva al mare e con gli amici. Quello di sorseggiare un gustoso e colorato drink è diventato un vero e proprio rituale. Si organizzano feste a tema in spiaggia o in terrazza in cui sperimentare nuovi cocktail da accompagnare al fringe food o solo per un aperitivo. Ci sono addirittura bartender che si contendono premi per la sperimentazione e creazione di drink inediti e creativi.

Il cocktail è il trend di questa estate calda e suggestiva tutta da gustare a pieno. Attirano l’attenzione per i colori accesi e per come bengono creativamente serviti. C’è chi li preferisce alcolici e chi no, c’è chi opta per quelli classici e chi ama sperimentare e osare nuovi gusti e mix impensabili. Gli esperti e amatori consigliano in questa particolare stagione, in cui si perde molta idratazione, di optare su cocktail meno alcolici e dissetanti con presenza di frutta ed energizzanti.

 

Ecco i 5 cocktail più amati dagli italiani in questa estate tutta da gustare e vivere a pieno:

  1. Il Daiquiri: evoca le spiagge cubane e l’allegria contagiosa dell’isola. Non si sa bene a chi attribuirne la creazione perché c’è chi sostiene che sia merito di un ingegnere in vacanza e chi di un marine americano. E’ creato grazie al mix di rum, ghiaccio, succo di lime e zucchero è riuscito a conquistare personaggi come Ernest Hemingway e Francis Scott Fitzgerald. Il Daiquiri è perfetto con i piatti dai sapori decisi ed è semplice da preparare. Devi spremere e filtrare il lime e inserire tutti gli ingredienti nello shaker;
  2. Il Wiskey Sour: è il cocktail più ordinato nel mondo secondo la rivista Drink International. Fu creato dal giovane cameriere inglese Elliot Stubb. Dopo anni di lavoro sulle navi da crociera, Elliot scelse la terra ferma e aprì un bar in Perù, dove creò questo cocktail con whiskey e succo di Pica (limone peruviano). Oltre alla versione classica, esiste anche quella con l’aggiunta di una ciliegia, di una mezza fetta di arancia oppure di qualche goccia di albume d’uovo;
  3. Il Negroni: compirà 100 anni nel 2019, ma non li dimostra affatto. Quella del Negroni è la storia di una variazione, in cui il gin ha preso il posto del seltz e si è mescolato con il Campari e con il vermut rosso. Interessante è la versione anche contenente il Montenegro;
  4. l’Iguana verde: è davvero uno dei cocktail estivi per eccellenza per la sua freschezza e il potere dissetante. Si prepara con 15 ml di tequila, 30 ml di succo al melone, 60 ml di lime e sciroppo di zucchero, tutto shakerato e servito rigorosamente nella coppetta da cocktail. Perfetto per una serata con gli amici in un locale oppure in abbinamento con piatti dai sapori decisi;
  5. Il Mai- Tai: contenente un mix di rum bianco invecchiato e rum scuro ll cocktail si caratterizza per il profumo, il colore e i sapori che evocano lo scenario suggestivo della Polinesia. Il Mai Tai è piuttosto forte e deciso e prevede anche orange curaçao, sciroppo di zucchero, granatina e orzata e una guarnizione con un’amarena, una fetta d’arancia e una fogliolina di menta oppure il classico ombrellino.

Qualunque sia il cocktail che apprezzerete in questa estate, la nostra esortazione è quella di bere con moderazione eresponsabilmente soprattutto se vi mettete alla guida.

Mariangela Cutrone


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE