fbpx

Bari – Si inizia coi ragazzi delle varie “primavere”. Dopo l’esperienza

Sport & Motori

E mentre la rosa e i quadri dirigenziali, grazie al lavoro lontano dai riflettori, si stanno configurando, rimane ancora un rebus la questione dell’allenatore. Alcune piste portano a Menichini, altre a Petrone, altri nuovi percorsi portano a Cornacchini, insomma, a meno che la scelta non sia stata già compiuta all’oscuro di tutti, siamo ancora lontani dalla definizione in tal senso.

La ferma riservatezza della società barese, situazione nuova – se vogliamo – rispetto a precedenti gestioni, dovuta alla costruzione della neo società, al di fuori del ritiro a Roma di cui vi abbiamo dato l’anteprima l’altro giorno, non lascia trasparire alcuna certezza e, pertanto, si brancola nel buio cercando di sfondare questo muro eretto da De Laurentiis ma, credeteci, non è affatto facile. Senza dubbio è un buon segno, un segnale di serietà tipico delle grandi squadre, dunque prima di emettere giudizi sommari, cerchiamo di vedere l’altra faccia della medaglia o, se preferite, il bicchiere mezzo pieno.

Domani, dunque, ad inizio ritiro a Roma, si alzerà il sipario su quel che sarà la rosa del Bari o, almeno, su una parte di essa dal momento che essa è ancora un cantiere a cielo aperto, mostrando i primi volti nuovi e, soprattutto, verremo a sapere quali sono i nomi dei giocatori. Di certo si sa che una prima parte della rosa sarà composta da “primavera”, ovvero da ragazzi giovani nati tra il 1998 ed il 2000 anche perché, nella serie D, è d’obbligo far entrare in campo un giocatore nato nel 1996, due del 1999 ed uno del 2000. Questi ragazzi, sicuramente, verranno affiancati da giocatori più esperti che andranno a completare la rosa, gente proveniente dalla A o dalla B ma anche qualcuno dalla C.

Si è parlato nei nostri precedenti articoli di alcuni giocatori provenienti dalla primavera del Napoli, vale a dire Senese, Mezzoni, D’Ignazio e Gaetano insieme da altri provenienti, probabilmente, da Atalanta e Torino, mentre per ciò che concerne giocatori con esperienza, al di là di qualche nome prestigioso proveniente da categorie maggiori, son gettonati quelli di Calamai, Cacioli e Mattera, esperti della categoria, mentre per il resto della compagnia occorrerà attendere qualche giorno così da completarla, grazie soprattutto alla chiusura del mercato di A e B che dà il via libera al reclutamento di giocatori dilettanti i quali possono, eventualmente, svincolarsi dalla propria squadra per accasarsi altrove, del resto pare che ci sia un gran bel numero di pretendenti a vestire la maglia biancorossa, tutti a rischio “fuori lista”, pronti a svincolarsi dalle proprie squadre di appartenenza.

In tal senso si continuano a fare i nomi di Gillet, Maurantonio e Bellomo, i primi svincolati, il terzo ancora legato alla Salernitana e, come tale, ancora contrattualizzato da professionista e, semmai dovesse scegliere il Bari, occorrerà che si cali nell’abito dilettantistico perdendo lo status di professionista. Ancora gettonato, invece, il nome di Ciccio Brienza il quale, da sempre, ha lasciato ad intendere che gli piacerebbe dare una sontuosa mano al nuovo Bari, mentre, al momento, appare solo come una”voce” quella che vorrebbe il centravanti trentatreenne barese Giuseppe Genchi vestire la maglia biancorossa, giocatore formatosi nel vivaio barese e che è stato tra i protagonisti in occasione della promozione del Potenza in serie C, un giocatore – dicono le statistiche – dal gol facile.

Infine aumentano i dubbi sull’avvio del campionato, dubbi dai quali il Bari potrebbe trarne giovamento con un clamoroso, anche se improbabile, ripescaggio. Infatti ieri la serie C ha fatto capire che la presentazione dei calendari potrebbe slittare di un’altra settimana rispetto al 22 agosto, data prefissata, in quanto si vuole attendere la decisione degli eventuali ripescaggi in B. In tal senso occorrerà capire se la serie D attenderà ciò che accadrà in B e in C o, autonomamente, procederà alla compilazione dei gironi tra il 21 ed il 23 agosto, stilando i conseguenti calendari il 25 per poi iniziare il torneo il due settembre. Insomma tutto appare ancora in alto mare.

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE