fbpx

Politica divergente?

Immigrati

Tutti i nodi verranno al pettine; ma senza certezza. Intanto, il Mediterraneo è sempre un mare di fuga. Spesso senza speranza ed anche motivo di polemiche.

Sul fronte dell’accoglienza, non siamo in grado d’esprimere un parere. Certo è che l’Italia uno può sobbarcarsi un peso umanitario che è insostenibile. Noi, piuttosto, preferiremmo un’analisi della situazione interna; lasciando a “altri” le incombenze delle supposizioni. Sul fronte politico, con l’autunno, la tensione accrescerà.

Anche per questo motivo, ciascuno preferisce curare i consensi, taciti o palesi, del momento. Certo è che la compagine politica è da verificare. Anche perché questa Terza Repubblica si dimostra non migliore della Seconda. Così i partiti, ai cui vertici non intravediamo politici di rango, hanno da muoversi con accortezza per evitare d’essere sconfessati prima che l’agonismo abbia inizio. Perché la posta in gioco è di tutto rispetto.

 I politici, che fanno capo alla Patto di Centro/Destra, si qualificheranno con l’autunno. Perché resta ancora da dimostrare per quanto. A nostro avviso, prima degli accordi governativi sulla carta c’è da rendere ben noti agli italiani i programmi che i partiti intenderanno presentare in Parlamento. L’Italia, ora, chiede “coscienza”, più che “scienza”.

Come a scrivere che gli uomini giusti si potrebbero trovare anche lontano dai gruppi politici in essere. Il Governo Di Maio/Salvini, tanto per rimanere in tema, ne è la prova. Attenzione, quindi, a non confondere l’emergenza socio/politica con la situazione interna del Paese. Ne risulterebbe una realtà inconcludente. Solo dopo il varo del “Contratto di Governo”, sarà nostra premura evidenziare le concrete possibilità di ripresa per il Paese. Senza una politica convergente, però, non riusciamo a scorgere un futuro meno condizionato col recente passato.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE