Libri

“Becoming. La mia storia”

Dopo il successo planetario della sua autobiografia “Becoming. La mia storia” non v’è più alcun dubbio che Michelle Obama si candiderà tra meno di due anni alla Presidenza della Casa Bianca. Il nuovo inquilino Presidente sarà per la prima  volta  una donna e  fatto eccezionale e storico una donna di colore. Momenti straordinari attendono l’America.

Non era difficile prevederlo ma il successo di “ Becoming – La mia storia”  il libro autobiografico di Michelle Obama,  uscito in Italia per l’editore Garzanti, è andato oltre ogni previsione diventando da subito  un autentico best seller mondiale; un libro definito tenero avvincente, potente e pieno di rivelazioni che ci aiutano a conoscere meglio ed a capire il personaggio Michelle. La sua popolarità planetaria, la sua grande simpatia e comunicativa, il suo costante impegno per il sociale e per i soggetti svantaggiati, il suo equilibrio in uno con la grande professionalità mostrata nel corso degli 8 anni (2009-2017) trascorsi accanto a Barak nella Casa Bianca, fanno di lei la First Lady più amata di tutti i tempi, E’ per questo che il suo “Becoming. La mia storia” è diventato un evento, un vero e proprio fenomeno mediatico ancor prima di entrare nelle librerie, atteso con la stessa trepidazione con la quale si accolgono di solito le rock star. Si tratta dell’autobiografia intima e appassionante della First Lady degli Stati Uniti che ha ispirato il mondo. Quando era solo una bambina per Michelle Robinson Obama l’intero mondo era racchiuso nel South Side di Chicago, dove lei e il fratello Craig condividevano una cameretta nel piccolo appartamento di famiglia e giocavano a rincorrersi al parco.

È stato qui che i suoi genitori, Fraser e Marian Robinson, le hanno insegnato a parlare con schiettezza e a non avere paura. Ma ben presto la vita l’ha portata molto lontano, dalle aule di Princeton, dove ha imparato per la prima volta cosa si prova a essere l’unica donna nera in una stanza, fino al grattacielo in cui ha lavorato come potente avvocato d’affari nello studio Sidley & Austin e dove, la mattina di un giorno d’estate, uno studente di giurisprudenza di nome Barack Obama è entrato nel suo ufficio sconvolgendole tutti i piani. In questo libro, per la prima volta, Michelle Obama descrive gli inizi del matrimonio, le difficoltà nel trovare un equilibrio tra la carriera, la famiglia e la rapida ascesa politica del marito. Ci confida le loro discussioni sull’opportunità di correre per la presidenza degli Stati Uniti, e racconta della popolarità vissuta – e delle critiche ricevute – durante la campagna elettorale.

Con grazia, senso dell’umorismo e una sincerità non comune, Michelle Obama ci offre il vivido dietro le quinte di una famiglia balzata all’improvviso sotto i riflettori di tutto il mondo e degli otto anni decisivi trascorsi alla Casa Bianca, durante i quali lei ha conosciuto meglio il suo Paese, e il suo Paese ha conosciuto meglio lei.” Becoming” ci conduce in un viaggio dalle modeste cucine dell’Iowa alle sale da ballo di Buckingham Palace, tra momenti di indicibile dolore e prove di tenace resilienza, e ci svela l’animo di una donna unica e rivoluzionaria che lotta per vivere con autenticità, capace di mettere la sua forza e la sua voce al servizio di alti ideali. Nel raccontare con onestà e coraggio la sua storia, Michelle Obama lancia una sfida a tutti noi: chi siamo davvero e chi vogliamo diventare?. Nella prefazione si legge: “C’è ancora molto che non so dell’America, della vita, di quel che potrebbe riservarci il futuro. Ma conosco me stessa. Mio padre, Fraser, mi ha insegnato a lavorare sodo, ridere spesso e mantenere la parola data. Mia madre, Marian, mi ha mostrato come pensare con la mia testa e far sentire la mia voce. Insieme, nel piccolo appartamento nel South Side di Chicago, mi hanno aiutata a riconoscere il valore della nostra storia, della mia storia, all’interno di quella, più grande, del nostro Paese. Anche se non è bella o perfetta. Anche se è più dura di quanto vorresti che fosse. La tua storia è quello che hai, quello che avrai sempre. Non dimenticarla mai”. C’è un passaggio nel libro che piace moltissimo e che spopola sui blog e su tutte le riviste che riportano le sue interviste : “Il fallimento è una sensazione che avverti molto prima che diventi un risultato concreto. E’ la vulnerabilità alimentata dai dubbi, che viene intensificata spesso deliberatamente, dalla paura”. E’ superfluo dirlo ma questa riflessione abbastanza intimistica è diventata subito un manifesto da tenere in debito conto nella vita di tutti i giorni.

“Becoming” significa “Diventare”, il titolo è veramente beneaugurante, e contiene un auspicio che in molti si augurano possa realizzarsi: quello di assistere alla elezione di Michelle Obama alla Presidenza della Casa Bianca. Sarebbe un avvenimento straordinario, eccezionale e senza precedenti nella storia americana perché la Casa Bianca avrebbe finalmente e per la prima volta un inquilino donna e per giunta di colore . Se ciò dovesse accadere provocherebbe un salto di qualità nella politica americana che attraversa momenti bui, contraddittori e senza progettualità per riportare l’ America al primo posto  tra le potenze mondiali ma  darebbe anche un contributo fondamentale alla caduta di tutti quei muri, pregiudizi e steccati che ancora oggi, nonostante la copiosa legislazione in materia, impediscono la  piena parità tra uomini e donne. Ma per diventare Presidente Michelle Obama deve conquistarsi la nomination sul campo. La battaglia è ardua, complessa, difficile e piena di intrighi; le lobby americane hanno idee diverse sulla futura leadership  democratica del Paese. Ma hanno dalla loro parte due forti handicap: non sono credibili in quanto contrari alle riforme che Obama con grande coraggio ha introdotto nel paese ed hanno il vizietto di pensare ad investimenti che apportino più dollari nelle loro tasche e molti di meno in quelle degli americani.  Ma Michelle Obama sembra essere molto forte, la più forte di tutti, dalla sua parte una vita costellata da gioie e dolori, da esperienze positive e negative ma sempre superate con molto coraggio, determinazione e forza d’animo ma anche un sorriso solare sincero, autentico  e accattivante che invita al coraggio ed alla speranza per contribuire a realizzare tutti insieme un mondo migliore.

Giacomo Marcario

Comitato di redazione de: Il Corriere Nazionale”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE