fbpx

Strasburgo: Chekatt ucciso dopo conflitto a fuoco con polizia

Estero

Cherif Chekatt, il killer dell’attentato a Strasburgo, è stato ucciso in un blitz delle forze speciali. L’irruzione, all’interno di un magazzino, è avvenuta a Neudorf, dove aveva fatto perdere le tracce 48 ore fa dopo l’attentato che ha provocato tre morti.
Chekatt è stato ucciso dalla polizia in un magazzino di rue du Lazaret, nello stesso quartiere di Neudorf dove si erano perse le sue tracce la sera dell’attacco.

E’ stato Cherif Chekatt a sparare per primo questa sera contro i poliziotti, che lo hanno successivamente “neutralizzato”, secondo quanto appreso dalla radio France Info. Il terrorista si era rifugiato in un deposito vicino alla Plaine-des-Bouchers, vicino al centro di Strasburgo, nel quartiere della Meinau, non lontano da Neudorf.
L’uomo, ha riferito una fonte ad Afp, “ha sparato contro una squadra di agenti di pubblica sicurezza che hanno combattuto”. Aveva con se una pistola e un coltello. C’è stato uno scontro a fuoco con la polizia che lo ha ferito a un braccio.
Si sono riversati sulle strade turisti e abitanti del quartiere Neudorf di Strasburgo alla notizia dell’uccisione di Cherif Chekatt. E hanno dedicato un lungo applauso alla polizia che, dopo due giorni di indagini, ha ‘neutralizzato’ il killer del mercatino di Natale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE