fbpx

3 vittime, tra cui 2 bambini, nell’aereo atterrato d’emergenza a Sheremetyevo

Estero

 © REUTERS / Ueslei Marcelino

Il Venezuela riceve aiuti da Mosca per eliminare le conseguenze del blackout, compreso il ripristino delle infrastrutture militari, ha affermato il ministro degli Esteri venezuelano Jorge Arreaza.

“Possiamo inoltre ricordare il sabotaggio del nostro sistema energetico.Grazie alla Russia, siamo stati in grado di affrontare questo problema. Riceviamo materiali per ripristinare la nostra rete, per ripristinare le nostre infrastrutture militari”, ha detto dopo i colloqui con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

A marzo si erano verificati 2 massicci blackout in tutto il territorio del Venezuela. Il primo blocco della più grande centrale idroelettrica del paese il 7 marzo ha provocato il più grande blackout nella storia del Paese: 20 dei 23 Stati sono rimasti senza corrente elettrica. Il 25 marzo un nuovo stop a questa centrale idroelettrica ha lasciato senza luce 21 dei 23 Stati del Paese.

Ad aprile, le autorità hanno annunciato nuovi attacchi agli impianti elettrici. Il presidente Nicolas Maduro ha annunciato di aver approvato un piano mensile per il ripristino del sistema di erogazione elettrica del Paese, prevedendo la regolazione del carico sulla rete.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE