fbpx

Meloni-Annunziata, scontro in tv

Cronaca

Scintille tra Giorgia Meloni e Lucia Annunziata in diretta tv. Ospite della trasmissione ‘In mezz’ora in più’ su Rai3 la presidente di Fdi perde la pazienza: ”Mi faccia almeno finire, non si può fare un’intervista così, non mi fa parlare…”. La conduttrice replica: ”Lei sta parlando, l’abbiamo invitata apposta…”. Ad accendere il faccia a faccia i temi caldi dell’immigrazione irregolare, le periferie, la sicurezza. ”Se si ferma un attimo e mi fa dire le cose, questa cosa che devo parlare sopra non funziona, non va bene”, rimarca Annunziata. Il dibattito si surriscalda quando si parla di fascismo, del ruolo della destra in Europa e dei rapporti con Casapound. Meloni non ci sta: ”Mi chiede di Casapound, io sono un’altra cosa… Ci sta tanta gente non ideologizzata, non potete far finta di nulla. Lei ha fatto 40 puntate senza mai parlare di fascismo, ora che c’è la campagna elettorale ne riparliamo e mi fa la domanda senza chiedermi nulla sul mio programma…”.

Sulla vicenda interviene Federico Mollicone, deputato di Fdi e componente della commissione di Vigilanza Rai: “Cosa c’entra la Storia nazionale con il programma di Fratelli d’Italia? Durante l’ospitata di Giorgia Meloni la conduzione di Annunziata si è confermata ancora una volta indecente, faziosa e di parte, ben oltre i limiti del codice di autoregolamentazione per la par condicio. I conduttori devono porre domande sui punti programmatici in maniera neutrale, senza manifestare il proprio orientamento avverso al politico intervistato. Bene ha fatto Giorgia Meloni ad attaccare citando i milioni di morti che il comunismo ha provocato nel mondo. Annunziata chieda scusa a Meloni e Fdi. Presenteremo un quesito in commissione di Vigilanza Rai chiedendo se l’azienda considera la conduzione di Annunziata una violazione della par condicio”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE