Politica

Governo: Salvini “se costruttivo avanti, non tiro a campare”

Al termine della parata lo stesso ministro ha dichiarato: “Il governo va avanti se mantiene l’impegno di tagliare le tasse, presto e bene”.

Poi c’è stato un altro botta e risposta dopo lo scontro a Venezia tra una nave da crociera e un battello. Per Salvini l’incidente si poteva evitare, se il Movimento avesse detto si’ all’allargamento di un canale e una parte delle navi a Porto Marghera. Ma “tutto cio’ e’ bloccato da mesi perche’ e’ arrivato un ‘no’ da un ministero romano, e non e’ un ministero della Lega”, ha voluto sottolineare il leader della Lega. . I 5 Stelle hanno risposto ricordando che nessuna proposta e’ mai arrivata:”Se la Lega ha un piano per risolvere tutto, domani lo presenti. Non siamo gelosi”.
Le chiacchiere le lasciamo agli altri, noi siamo vicini alla soluzione: lo dice, dopo la collisione a Venezia, il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, in un post su Facebook. Il ministro in mattinata aveva osservato come “l’incidente di oggi al porto diVenezia dimostra che le grandi navi non devono piu’ passare dalla Giudecca”. Ora, interrogandosi sull’accaduto, si chiede: “E’ questa la soluzione a cui fanno riferimento i ministri Salvini e Centinaio? Far sfiorare una nave da crociera e una petroliera, con i rischi del caso? O presentare come biglietto da visita di Venezia lo sbarco di milioni di turisti di fronte a un petrolchimico?”. “Noi siamo qui da appena dodici mesi -conclude Toninelli – e, dopo anni di inerzia, siamo gia’ vicini a una soluzione che finalmente tiene davvero assieme le esigenze del turismo, dell’ambiente e del paesaggio. Le chiacchiere le lasciamo agli altri”. 
“Se ci sono dei progetti approviamoli dei sacrosanti progetti, non lasciamoli nei cassetti”. Cosi’ il vicepremier e leader della Lega a ‘Non e’ l’Arena su La 7 replica a Danilo Toninelli sul caso delle grandi navi a Venezia.

Da parte sua il premier Giuseppe Conte punta molto sul discorso agli italiani che sta limando in queste ore e che nel pomeriggio pronuncera’ dopo ore di silenzio. Conte intanto ha portato a casa anche “l’endorsement” di Papa Francesco, che di ritorno dalla Romania lo definisce uomo “intelligente, che sa di cosa parla”. 
“Io non ho sentito che nessuno del governo, eccetto il premier, abbia chiesto udienza, nessuno…perché per un’udienza si deve parlare con la segreteria di Stato, si chiede udienza. Il premier Conte la ha chiesta, è stata data come da protocollo, è stata una bella udienza, con il premier, di un’ora o più forse, un uomo intelligente, un professore, che sa di che parla”. Lo ha detto Papa Francesco sul volo di ritorno dalla Romania a Roma. “Non ho invece ricevuto il vicepremier né gli altri ministri. Io prego per tutti perché l’Italia vada avanti e gli italiani si uniscano e siano leali. Io sono italiano perché sono figlio di un migrante italiano”, ha aggiunto il Pontefice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE