fbpx

Il potere dei fiori australiani: intervista alla naturopata Cristina Settanni

Libri

La floriterapia è fonte di ispirazione continua perché consente all’uomo di crescere, evolversi e migliorare la qualità della sua esistenza. Ogni fiore è in grado di comunicare con la nostra natura più profonda e autentica, quella che sfugge spesso e volentieri al quotidiano.

La floriterapia affonda le sue radici ai tempi degli sciamani i quali utilizzavano fiori e piante per riequilibrare malanni e malesseri quotidiani. In Occidente, il vero pioniere della floriterapia, è stato Edward Bach che la introdusse nell’ambito dei rimedi naturali. Delle innumerevoli varietà di fiori che la natura ci offre, i fiori australiani si contraddistinguono per una frequenza energetica alta e per la loro particolare velocità di azione. Delle loro sessantanove varietà, delle loro caratteristiche peculiari, degli effetti sul nostro benessere emozionale, la naturopata, floriterapeuta  e giornalista pubblicista Cristina Settanni ha pubblicato il libro “I fiori del bene” (Mondadori).

I fiori del bene” è una preziosa e utile guida per esplorare a pieno il multi-sfaccettato mondo dei fiori appartenenti al bush australiano. Scritto sapientemente da una professionista del settore che da oltre quindici anni dedica la sua carriera professionale all’applicazione pratica dei rimedi floreali australiani.

In questa interessante ed esclusiva intervista Cristina Settanni ci parla del suo libro e del suo amore per i fiori e per la natura.  

Quando e com’è nato il suo interesse nei confronti della floriterapia?

Tutto parte da Capri, la mia terra natia. In questa piccola e magica isola ho coltivato in me sin da piccola l’amore per la natura e in particolar modo per i fiori. E così, dopo i miei studi conseguiti con una laurea di 110 e lode in lingua e letteratura straniera, mi sono avvicinata agli studi olistici, alla naturopatia, alla medicina tradizionale cinese, e alle proprietà dei fiori e ad Urbino ho conseguito con lode il diploma di Naturopata. Mi sono appassionata dapprima alla floriterapia di Bach e successivamente, quando ho incontrato nel mio percorso personale e professionale i fiori australiani, le qualità di questi fiori hanno rapito il tempo della mia vita e da allora non li ho più lasciati.

La società odierna è dominata dal caos e dalla frenesia quotidiana. Come i fiori possono aiutare l’uomo moderno a connettersi con la dimensione del “sentire” che spesso e volentieri è sottovalutata e ignorata?

Gli studi conseguiti hanno affermato tutto quello in cui ho sempre creduto, e cioè che tutto gira intorno ad una linea circolare, alla connessione tra corpo, mente, emozioni. L’uomo è un sistema complesso e per star bene ha bisogno che stiano in equilibrio tutte le sue parti. Una consapevolezza che racchiude un po’ tutto è il sistema olistico e che trova nei fiori uno dei tanti strumenti utili al benessere. La Floriterapia appartiene alle Bio-Discipline che hanno la finalità̀ di perseguire il benessere della persona. Le essenze floreali a differenza dei rimedi allopatici, non agiscono attraverso meccanismi chimici all’interno del corpo, ma forniscono un’informazione energetica che l’organismo può̀ recepire senza l’interazione con altri trattamenti in atto.

Quali sono le principali potenzialità dei “fiori australiani”?

I fiori vanno a lavorare contemporaneamente sul piano spirituale, mentale, emozionale e sono un ponte meraviglioso tra l’uomo e la natura. Per star bene è fondamentale connettere noi stessi alla natura, così come è importante connettere la personalità all’anima.

Ovviamente il consiglio dell’essenza floreale non costituisce atto medico, ma è volto all’equilibrio energetico dell’individuo e le indicazioni di utilizzo non costituiscono terapia, né sostituiscono un percorso terapeutico medico.

Quali sono i fiori australiani più utilizzati?

Sono quelli che vanno in aiuto ai disagi dei nostri tempi: incertezze, ritmi frenetici, paure, stati di agitazione.

Come concretizzare un equilibrio con la floriterapia?

La missione dei fiori è quella di dare un ordine al nostro disordine esistenziale. Come terapeuta ho individuato nella floriterapia australiana un meraviglioso alleato per ricreare armonia ed equilibrio nel nostro personale campo energetico .

Perché il lettore de IlCorriereNazionale.net dovrebbe leggere “I fiori del bene”?

Il libro I Fiori del Bene è un invito alla scoperta. Dei fiori e di noi stessi. Ho sperimentato su me stessa questi splendidi e coloratissimi fiori colmi di energia quindici anni fa. Era per me un momento di grandi cambiamenti evolutivi.  Da allora essi sono diventati il tempo della mia vita, lo studio, la ricerca. Ecco  il libro desidera esprimere tutto questo. È Un bel viaggio da intraprendere pagina dopo pagina.

Mariangela Cutrone


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE