fbpx

Il centrodestra vince in Sardegna: conquistate Cagliari e Alghero

Sardegna

Paolo Truzzu, 47 anni, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, e’ il nuovo sindaco di Cagliari. Il testa a testa durato tutta la notte l’ha vinto per un soffio: 50,1 per cento, contro il 47,7 per cento dell’avversaria. Tra Francesca Ghirra, ex assessora all’Urbanistica della giunta Zedda, candidata di centrosinistra (Pd, Campo progressista e civiche) e il primo cittadino ora proclamato c’e’ una distanza di circa 2mila voti. Tanto basta per evitare il ballottaggio il 30 giugno. Il terzo sfidante, l’ambientalista Angelo Cremone, si ferma al 2,1 per cento. Assente il Movimento 5 stelle per il dietrofront da Roma sul candidato scelto per via delle sue posizioni antiabortiste apparse sui social. Un sindaco – quasi a meta’ – perche’ il crollo dell’affluenza e’ stato importante. Un dato piu’ basso rispetto a quello regionale (si e’ fermata al 51,71 per cento contro il 55,33): un crollo di quasi otto punto rispetto alla tornata precedente.

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, su Facebook, parla di “trionfo in Sardegna. A Cagliari – sottolinea – risultato senza precedenti: Fratelli d’Italia raggiunge il 12 per cento, e’ il primo partito della coalizione di centrodestra e trascina la vittoria al primo turno di Paolo Truzzu, storico esponente di Fd’I. Al neosindaco di Cagliari un grande in bocca al lupo e un grazie di cuore a tutti i sardi per la loro fiducia. Non la tradiremo”.

Con il 53,1% dei voti Mario Conoci, candidato del centrodestra, è il nuovo sindaco di Alghero, provincia di Sassari. Conoci, sostenuto da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e altre liste civiche, ha battuto il sindaco uscente, candidato del Pd e Sinistra in comune, Mario Bruno, rimasto fermo al 31,93% dei voti, e Roberto Ferrara del M5S che ha raggiunto il 14,97%. L’affluenza è stata del 58,65%. 

Per scegliere il nuovo sindaco di Sassari si andra’ al ballottaggio, domenica 30 giugno. Resta in testa il candidato sindaco del centrosinistra, Mariano Brianda, magistrato, con il 34,01% delle preferenze, seguito dall’ex parlamentare Nanni Campus (30,55%), alla guida di cinque liste civiche, mentre il candidato del centrodestra, Mariolino Andria, si attesta al 16,28% e quello del M5s, Maurilio Murru, al 14,48%. Seguono Marilena Budroni, con il 2,81%, Lino Mura (1,36%), e Giuseppe Doneddu (0,51%). 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE