fbpx

Insegniamo la passione

Scuola, Formazione & Università

Arriva Michele, reduce dal suo colloquio degli esami di maturità. Mi cerca per salutarmi, per dirmi dei suoi progetti più che del suo recente esame, mi abbraccia e mi dice di essere pronto per il futuro. “Quale futuro?” gli chiedo io. La sua riposta arriva solo dopo un sorriso pieno e commosso, dopo i suoi occhi stracolmi di gioia e fierezza che puntano i miei in cerca di risposta. “Farò giurisprudenza a Bari, prof.!” È felice di dirmi che ha scelto la mia strada, che traccerà il mio stesso percorso. E sento di aver contagiato qualcosa, di aver tramesso entusiasmo. Fare l’insegnante è da sempre il mestiere più bello, diventato ultimamente poco gratificante per problematiche di gestione di dinamiche sociali discutibili. Penso agli episodi di bullismo ed aggressione verso i docenti, che assistono inermi allo sgretolamento di un ruolo fondamentale per la crescita dei giovani. Il trucco è la passione. Sì, continuare a coltivare la passione tra i banchi e non per questa o quella materia, per questo o quel risultato. Semplicemente la passione per il servizio, per l’impegno, per il proprio lavoro. Michele, come Ciro lo scorso anno, si iscriverà alla facoltà di Giurisprudenza. Diventeranno sicuramente eccellenti giuristi o professionisti o chissà forse docenti. Dalla loro prof. di diritto hanno solo appreso che il proprio lavoro va amato ed onorato, ognuno legato con orgoglio all’incarico che li vedrà protagonisti sul campo un domani. Il segreto per riuscire, nelle piccole e grandi imprese, è amare ciò che si fa. Indi, cari colleghi prof. di ogni disciplina, insegniamo ai nostri studenti innanzitutto la passione, semplicemente a vivere con passione, il resto verrà da sé. E sarà buono.

Evelyn Zappimbulso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE