Politica estera

Ivanka spiazza tutti

 

Ivanka al G20 seduta tra il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il padre Donald Trump (Afp)

Nessun ruolo diplomatico formale per Ivanka Trump. Dopo gli interrogativi sollevati dalla presenza della first daughter al G20 di Osaka e ai colloqui del padre Donald Trump con il leader nordcoreano Kim Jong Un, alti funzionari della Casa Bianca escludono che la primogenita del presidente americano stia puntando a un altro ruolo oltre a quello di consigliera del padre che ricopre attualmente.

Nei giorni scorsi, la partecipazione di Ivanka al G20 non è stata un successo sui social. La first daughter è stata presa di mira per il video che la mostra mentre cerca di inserirsi in una conversazione fra i leader mondiali e viene guardata con sufficienza dal direttore dell’Fmi Christine Lagarde. Quanto basta, insomma, per scatenare l’ironia degli utenti che su Twitter hanno lanciato l’hashtag “unwantedIvanka” (Ivanka non è la benvenuta) corredato da fotomontaggi della first daughter alla conferenza di Yalta o altri grandi eventi del passato.

Il video è stato diffuso assieme ad altri filmati dal sito dell’Eliseo e un funzionario della presidenza francese, citato da Politico, ha cercato di minimizzare, dicendo che non aveano previsto l’effetto della diffusione di queste immagini.

Ivanka era stata invitata al G20 di Osaka per parlare ad un evento di empowerment femminile, come aveva già fatto in altri appuntamenti internazionali, notano alla Casa Bianca. “Rimarrà come consigliere del presidente alla Casa Bianca nel prossimo futuro”, afferma un funzionario dell’amministrazione. “Come senior adviser del presidente, Ivanka ha partecipato agli ultimi due G20 e partecipato a diversi incontri blaterali a nome della Casa Bianca per portare avanti gli sforzi per l’emporement femminile e costruire rapporti strategici coni leader mondiali su questa questione strategica”, ha puntualizzato il vicedirettore delle Comunicazioni della Casa Bianca, Jessica Ditto.

Ad alimentare gli interrogativi su Ivanka, ammessa ad incontri a porte chiuse su Corea del Nord e Iran a margine del G20, sono state anche dichiarazioni del padre. “Ho persino pensato a Ivanka per la Banca mondiale”, ha detto il mese scorso Trump a The Atlantic. “E’ una diplomatica nata, sarebbe bravissima alle Nazioni Unite”, aveva sottolineato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE