Cultura

Andrea Camilleri ci lascia: il commento in esclusiva di Roberto Fabbriciani.

Roberto Fabbriciani, che avantieri con Andrea Camilleri avrebbe dovuto esibirsi a Caracalla nell’ Autodifesa di Caino ci manda un ricordo del Maestro

Dall’amico di una vita, prima che eccelso flautista di fama internazionale, Roberto Fabbriciani che avantieri avrebbe dovuto esibirsi a Caracalla con Camilleri in “Autodifesa di Caino”, e che proprio ieri per telefono mi aveva accennato alle condizioni ormai disperate dello stesso Camilleri, ho ricevuto questo commovente ricordo del meraviglioso scrittore italiano, patrimonio di tutti, che pubblico, qui di seguito, non prima di aver espresso alla moglie ed alle figlie le condoglianze di questa testata, consapevole che da oggi siamo tutti più poveri.

“Ho appreso con profonda tristezza che il maestro ed amico Andrea Camilleri ci ha lasciato. In un momento difficile ed incomprensibile del nostro paese ci mancherà molto! Con Andrea Camilleri se n’è andato un punto di riferimento importante della nostra letteratura e della nostra cultura. Andrea un anno fa ha voluto il suono del mio flauto a sottolineare il racconto del suo “Conversazione su Tiresia” in una serata memorabile al Teatro Greco di Siracusa in cui la sua interpretazione aveva incantato ed emozionato le migliaia di persone presenti. Con lui è stata subito grande empatia, una reciproca stima e per me anche grande affetto. Mi ha affascinato la sua capacità di essere diretto e di arrivare con sapiente semplicità a toccare le corde della ragione e del sentimento. Proprio all’inizio di giugno scorso avevamo provato “Autodifesa di Caino” che avrebbe dovuto debuttare il 15 luglio a Roma alle Terme di Caracalla. Naturale per me è stato unirmi alle sue parole e realizzare una musica che potesse sottolineare il suo messaggio. Altra importante fonte della mia ispirazione è stata la sua voce, unica, dalle mille modulazioni sonore, dagli infiniti modi espressivi. (Roberto Fabbriciani)”

Gianvito Pugliese 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE