Interviste & Opinioni

Andare oltre

Non proveremo a fare delle previsioni sull’evoluzione di questo Esecutivo. Ma non sarà l’attuale Governo a togliere le “castane dal fuoco”alla nostra economia.

La situazione è tanto controversa da farci anche supporre un’indifferenza politica che giudichiamo, da subito, pericolosa. L’autonomia decisionale è quella che di più assilla il Potete Legislativo nazionale. Il “collante” è solo apparente; quindi senza garanzie politiche certe. Con il sistema della non” sfiducia”, ci siamo avventurati verso il crepaccio. Ora è in pericolo il nostro sviluppo economico. Nella selva dei partiti nazionali, i cui apparentamenti e cobelligeranze hanno stufato anche i più ottimisti, ci sarà da rivedere la “forza” attiva, più che numerica.

A nostro avviso, manca un partito che consenta di esporre programmi che, pur se noti, non sono stati mai attuati; anche se attuabili. Una politica “svincolata” sarebbe la scelta migliore; anche se non la più semplice. Le “sceneggiate” parlamentari non confondono più nessuno. Ci sono, purtroppo, ancora troppe esteriorità e privilegi per scorgere il “meglio”. Anche in questa torrida estate, resta palese che non sono le parole che difettano, ma i fatti.

Ora l’Esecutivo dei “miracoli” avrà circa centocinquanta giorni per chiarire anche all’Europa lo stato della Penisola. Se, invece, ci saranno segnali inconcludenti, nell’Europa stellata tra i Paesi a “rischio” recessivo, ci sarà anche l’Italia.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE