Cronaca

“Si muore mentre delinquenti eroi”, il messaggio tra i fiori

 Share

di Roberta Lanzara
“I carabinieri muoiono. I delinquenti diventano eroi. Vedi Caso Giuliani”. E’ il messaggio su un foglio di carta bianco, deposto tra i fiori davanti alla caserma di Piazza Farnese in cui prestava servizio il vice Brigadiere Mario Rega Cerciello, 35 anni, ucciso la scorsa notte in via Pietro Cossa con 8 coltellate.

Il riferimento è alla vicenda di Carlo Giuliani, il manifestante che prese parte alle proteste del movimento no-global, ucciso durante i fatti del G8 di Genova. Quindi a grandi caratteri il mittente, che si firma “Rolando”, saluta l’amico: “Ciao Mario”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE