Scienza&Tecnologia

Indagine uso civile telefonino in vacanza estate smart

L’indagine di Axess Public Relations: così si evitano anche stress e traumi da rientro

 SMART SUMMER 2019 : Tra ombrelloni e Wi-Fi per 2 italiani su 3 la felicità sta tutta in uno smartphone

Ecco il decalogo per un uso intelligente del telefonino

MONZAAddio allo stress da vacanza e ai traumi causati dal rientro al lavoro per 2 italiani su 3 il Ferragosto in arrivo si preannuncia felicemente connesso e senza dubbio “Smart”.

È “Smart” infatti la parola d’ordine di questa strana estate italiana, sdoganato lo Smart Working che consente di non rinunciare ai primi week end lunghi di vacanze in famiglia – per 2 italiani su 3 è meglio portarsi il lavoro in vacanza piuttosto che rinunciare alle ferie o doverle ridurre ad una sola settimana. È ciò che emerge da un’indagine svolta su un campione di 500 connazionali da Axess Public Relations, una delle prime agenzie di pubbliche relazioni italiane specializzata in ambito Healthcare, Assicurazioni, Non profit.

“La cultura del lavoro – commenta Dario Francolino, Presidente di Axess Pulic Relations –, per alcune professioni si è completamente trasformata come osserviamo ormai quotidianamente grazie o per colpa dello Smart Working. Guardiamo il lato positivo, così si evitano anche stress e traumi da rientro”. 

“Lo smartworking è un vero toccasana per alcune professioni più creative, che non necessitano di lavorare per forza dall’ufficio – commenta Dario Francolino, presidente e General Manager di Axess PR –. È così che si riescono a conciliare le diverse esigenze dei dipendenti tra cui per esempio la possibilità di avere più supporto nella cura dei figli o dei genitori da parte di parenti e amici”.

Se la modalità vacanz25050% per venire incontro alle esigenze del menage familiare fa bene al dipendente e all’azienda, dall’Istituto Superiore di Sanità (Rapporto Istisan “Esposizione a radiofrequenze e tumori: sintesi delle evidenze scientifiche”) arrivano notizie confortanti circa l’utilizzo prolungato del cellulare, che se usato per oltre dieci anni, non farebbe incrementare il rischio di neoplasie maligne (glioma) o benigne (meningiomi, neuromi acustici, tumori dell’ipofisi o delle ghiandole salivari).

In Axess PR il lavoro agile è stato introdotto lo scorso anno ed è stato un percorso naturale proposto a Elena Pescucci, Head of Media Relations.

Un tempo solo i liberi professionisti si avvalevano dello Smart Working, mentre da quando le dinamiche del “work life balance” sono entrate a far parte della filosofia aziendale, in molti hanno iniziato ad adottare contratti di lavoro agile e sembra funzionare sia per i lavoratori che per i dirigenti.

Il segreto perché funzioni? Adottare sistemi per lavorare da remoto, rispettando il tempo libero dei dipendenti che non devono lavorare h24.

“La fiducia e la responsabilizzazione dei dipendenti sono il presupposto fondamentale per l’adozione di questi modelli contrattuali – afferma Francolino – : ognuno ha degli obiettivi, per me non ha importanza dove e come lo fanno, guardo al risultato”.

E Pescucci racconta che:”Da quasi un anno lavoro con un contratto di Smart Working e devo dire che la qualità della mia vita è migliorata tantissimo. Sono una persona molto responsabile e scrupolosa, che rispetta le scadenze e sa come raggiungere il risultato prefissato. È vero anche che bisogna creare un rapporto di fiducia tra il dipendente e il datore di lavoro, senza quello non si riesce a lavorare con serenità e in modo profittevole”.

In & out per un uso civile dello smartphone, in vacanza, secondo il campione interpellato
  No 👎 IN👍
1 A colazione, pranzo o cena Si, in modalità silenziosa
2 Mai con vivavoce o con suoneria alta Si sulla propria sdraio in modo riservato
3 Mai sotto l’ombrellone o in baita disturbando i vicini Si alternato alla lettura di un buon libro – sembrerete meno social addicted o workaholic
4 Mai durante le passeggiate in montagna o nei centri relax Si per ascoltare musica
5 Mai mentre si sostiene una conversazione con amici, parenti o conoscenti Si per fare poche e discrete foto o video
6 Mai come “diversivo” per calmare i bambini Si per postare sui social le “migliori” foto della vostra vacanza
7 Mai durante spettacoli specie musicali o teatrali, anche se noiosi … Si per stare in contatto con i vostri figli o genitori se lontani – evitate i parenti oltre il limite 1° grado
8 Evitarne maldestri usi subacquei Si per controllare la posta aziendale se siete in modalità Smart Working
9 Mai da documentarista fotografico Si come navigatore su auto
10 No al ristorante Si per creare chat di gruppo tema vacanze con i vostri amici
*Indagine Axess Public Relations

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE