Eventi&Spettacoli

Sette religiose: i giornalisti Piccinni e Gazzanni denunciano minacce e intimidazioni

La trasmissione televisiva «Prima dell’alba – La Rampa», in onda ieri sera su Rai3 e condotta da Salvo Sottile, ha dedicato un lungo servizio all’ordine segreto Loto+Croce, che si cela dietro l’associazione Archeosofia, la cui sede centrale è a Pistoia ma è presente in tutt’Italia. Nel reportage sono stati intervistati un fuoriuscito e un membro ancora attivo dell’organizzazione, che ha raccontato anche il giro economico che distingue l’Archeosofia.

Nel corso della puntata sono stati intervistati anche Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni, autori del libro-inchiesta «Nella setta» (Fandango Libri), che per primi hanno denunciato l’esistenza dell’organizzazione, dando voce a diversi fuoriusciti e ai drammi che ciascuno di loro ha dovuto affrontare. Dal loro lavoro d’indagine è stata aperta anche un’inchiesta giudiziaria a Firenze, tuttora in corso.

I due autori hanno raccontato anche le minacce, le intimidazioni e i pedinamenti di cui sono stati vittime dalla pubblicazione (novembre 2018) del libro-inchiesta. «Finora – raccontano Piccinni e Gazzanni – abbiamo taciuto per rispetto delle vittime e delle indagini in corso. Ma negli ultimi mesi abbiamo assistito a un’esponenziale crescita di calunnie e diffamazioni da parte di blog anonimi che hanno colpito anche i nostri familiari. Questo è inaccettabile. A numerose presentazioni siamo stati registrati e pedinati e chi ha organizzato eventi che ci vedevano come protagonisti sono arrivate mail di violenza inaudita. Nei prossimi giorni sporgeremo denuncia. Una cosa è certa: non abbiamo intenzione di fare un solo passo indietro davanti alle minacce e a una macchina del fango costruita ad arte per affondarci». 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE