Puglia

Il cinema in Puglia sale al settimo cielo

Il cinema in Puglia sale al settimo cielo, la Puglia  è diventata per la sua straordinaria bellezza, per i suoi paesaggi mozzafiato, per i sui colori ed il suo folclore la location ideale in grado di soddisfare le esigenze più complesse di registi e cineasta di tutto il mondo.

Non era mai capitato in precedenza, in un solo anno alla Regione Puglia ed all’Apulia Film Commission sono pervenute ben 144 domande di finanziamento; per fronteggiare una richiesta assolutamente imprevista e particolarmente consistente si è stati costretti ad impegnare l’intero budget di 10 milioni di euro per il Film Fund, somma inizialmente stanziata per l’intero triennio 2018/2020.E’ un momento magico, unico e forse irripetibile (speriamo di no) per il cinema in Puglia, la bellezza  di questa nostra terra meravigliosa attira ed è continuamente “invasa” da attori, registi, produttori, location manager e troupe per la realizzazione di serie tv e film di ogni tipo. Basti dire che il 2019 è stato l’anno del ritorno per Matteo Garrone che, dopo “Il racconto dei racconti” (2015), ha ambientato in Puglia il suo “Pinocchio”, con un cast eccezionale e la partecipazione dal premio Oscar Roberto Benigni nei panni di Geppetto; ma è anche la prima volta in Puglia di Carlo Verdone con “Si vive una sola volta” e di Luca Medici, in arte Checco Zalone, che, con “Tolo Tolo”, fa il suo esordio da regista. Ma sempre nel corso del 2019, non si possono dimenticare pellicole come “Lo Spietato” di Renato De Maria (produzione Netflix), “Non sono un assassino” di Andrea Zaccariello e “Il grande spirito” di Sergio Rubini, senza dimenticare le serie tv “Fratelli Caputo” di Alessio Inturri e “Il commissario Ricciardi” di Alessandro D’Alatri, e ancora “Cops” di Luca Miniero, “Odio l’estate” di Massimo Venier, con il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, e “Spaccapietre” di Gianluca e Massimiliano De Serio. Con orgoglio abbiamo registrato la presenza in Provincia di Bari dell’attrice più amata di tutti i tempi: Sofia Loren, tornata a girare in Puglia a quasi trent’anni da “Sabato, domenica e lunedì” di Lina Wertmüller (1990), sul set di “La vita davanti a sé”, diretto dal figlio Edoardo e sorpresa delle sorprese è arrivato in Puglia anche  Daniel Craig, il super 007 per girare in quel di Gravina/Matera alcune scene del suo prossimo film “No Time to Die”, il 25° dedicato alla spia più famosa del Cinema James Bond.  ispirato alle storie di Jan Fleming. Va riconosciuto e dato atto che tutto questo è stato ed è possibile grazie al notevole investimento su cinema e audiovisivo fatto dalla Regione con i piani strategici della cultura e grazie all’impegno dall’Apulia Film Fund, il principale strumento operativo della Regione Puglia dedicato alle produzioni audiovisive, che nel corso degli ultimi 10 anni ha generato un indotto diretto pari a quasi il triplo dei finanziamenti stanziati con evidenti ricadute sull’occupazione e di sfruttamento delle strutture ricettive anche fuori stagione.

Mentre l’appena costituito Apulia Development Film Fund, sostiene le produzioni già in fase di scrittura e sviluppo, eeroga servizi gratuiti di location e photo scouting, passando per l’intermediazione con le istituzioni pubbliche e il disbrigo di pratiche amministrative per riprese e permessi. “I risultati del bando 2018/2020 – sottolinea con legittima soddisfazione l’assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone – sono sotto gli occhi di tutti: 88% in più, praticamente in poco più di un anno sono arrivate 145 domande di finanziamento, rispetto alle 77 del 2017. Ma mi piace ribadire che non è solo una questione di risorse economiche. Oggi di fatto registi e produttori vengono a girare in Puglia non solo perché ci sono gli incentivi finanziari ma perché possono contare su competenze e professionalità di eccellenza sul territorio e, quindi, puntare sulla qualità della produzione risparmiando risorse”.

In poco più di un anno, Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission hanno già raggiunto l’obiettivo del budget di 10 milioni di Euro di finanziamenti per il Film Fund, inizialmente stanziati per l’intero triennio 2018/2020, a valere sugli aiuti alle Piccole Medie Imprese della Cultura e della Creatività previsti dal POR Puglia 2014-2020. Da qui la decisione di Regione Puglia e Apulia Film Commission di lanciare una nuova fase nell’evoluzione dello strumento Apulia Film Fund, così da farne una misura strutturale, efficace e accessibile, anche in vista della nuova programmazione dei fondi strutturali europei 2021-2027: il fondo-ponte, di non meno di 5 milioni, sarà online a gennaio. Dunque, spiegano dalla Apulia Film Commission, non si tratta semplicemente di rifinanziare una misura che ha assolto egregiamente alla sua funzione, ma di proiettarla strategicamente in una prospettiva che ne faccia il grimaldello per trattenere le produzioni sul territorio, puntando sulla prestazione di una serie di servizi “industry” ad alto valore aggiunto – fino alla post-produzione digitale – e alla realizzazione di strutture idonee a ciò dedicate: dalla riorganizzazione della rete dei Cineporti, alla implementazione di un vero e proprio sistema di teatri di posa sull’intero territorio regionale, all’apertura dell’Apulia Film House in Fiera del Levante e della sede distaccata in Puglia del Centro Sperimentale di Cinematografia presso il Polo Biblio-Museale di Lecce, ai progetti di formazione professionale ai corsi e master ad alta specializzazione che riconoscano e attestino l’acquisizione di competenze ed abilità spendibili nel mondo del cinema.

Insomma il cinema in Puglia fa passi da gigante, tanto è stato fatto e bisogna riconoscerlo, ma tanto resta ancora da fare per evitare che si faccia il cinema con i nostri fondi ma che sono poi le imprese specializzate non pugliesi a beccarsi i nostri soldi. Le risorse economiche devono restare in Puglia e dare lavori agli artisti ed alle maestranze della nostra regione.

Giacomo Marcario

Comitato di Redazione de “Il Corriere Nazionale”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE