Attualità

La Soprintendenza blocca l’iniziativa di beneficenza a Lecce

Zaurito: “La beneficenza a favore dell’Oncoematologia Pediatrica spezzata dalla burocrazia”

LECCE – Riportiamo la lettera che il Presidente del Bmw Motorrad Club Salento, Alfio Zaurito, ha inviato al Ministro delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini e al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo la decisione della Soprintendenza di bloccare la concessione di Piazza Libertini, nel centro storico di Lecce, al Bmw Motorrad Club Salento per un evento benefico.

«Il Bmw Motorrad Club Salento è un’associazione motociclistica che fu fondata nel 1999 a Lecce e da quel giorno si è adoperata per raggruppare una moltitudine di motociclisti che condividono altre alla passione per la moto, quella per la conoscenza di nuovi luoghi e le bellezze in essi contenute, ma soprattutto la solidarietà.

Purtroppo quest’anno la nostra voglia di solidarietà è stata scalfita dalla burocrazia, si quella macchina che se funzionasse bene riuscirebbe a muovere un indotto economico con maggiore fluidità, ma se invece si inceppa ne fa derivare il completo disagio, sociale e morale.

Infatti il Bmw Motorrad Club Salento ha organizzato, in concomitanza del 20nnale dalla nascita, il 20° Giro del Salento a favore dell’oncologia Pediatrica di Lecce, a cui l’anno sono stati devoluti 6018 €.

La kermesse è articolata su 2 giornate: il 28 e 29 settembre 2019. Il sabato 28 settembre il programma prevede che alle 18.00 ci sia il concentramento delle moto nell’adiacente all’Onoematologia del Vito Fazzi e si diriga verso Piazza Libertini dove si terrà un concerto dei Rewind.

La domenica 29 sempre presso Piazza Libertini alle 8.30 ci si radunano le moto e poi si parte verso Brindisi passando per diversi comuni della provincia, sia di Lecce che di Brindisi.

Per l’occasione hanno voluto essere presenti motociclisti provenienti da diverse parti d’Italia.

Il Bmw Motorrad Club Salento ha commissionato tutte le incombenze di natura burocratica ad un professionista leccese che prontamente ha redatto i documenti vari, ovviamente abbiamo per l’occasione programmato qualsiasi incombenza la legge ci obbligasse a rispettare: transenne, panettoni anti terrorismo, bagni e servizio di steward, ovviamente sostenendo spese per diverse migliaia di euro.

Il 26 settembre al mattino apprendiamo, in via informale che la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto ha emesso un documento indirizzato al comune di Lecce, alla Prefettura di Lecce ed alla Polizia Municipale di Lecce in cui invita a non concedere la Piazza Libertini per il Sabato 28 settembre al Bmw Motorrad Club Salento, asserendo che nell’ultimo evento tenutosi presso quella Piazza, sia stato prodotto “uno scenario indecoroso”.

L’ultimo evento tenutosi a Piazza Libertini è stato lo spettacolo del 1 settembre tenuto dal noto attore Enrico Brignano, e secondo la nota della Soprintendenza, che vede come responsabile del Provvedimento l’Architetto Antonio Zullo (che abita a Piazza Libertini) e la firma della Soprintendente Architetto Maria Piccarreta, in cui gli stessi testualmente scrivono che “non sussistano le condizioni per autorizzare l’evento previsto per il giorno 28 settembre 2019 denominato 20° Giro del Salento a favore dell’oncologia Pediatria di Lecce” e segue la documentazione fotografica che ne determina l’indecoroso scenario messo in atto dagli organizzatori dello spettacolo di Brignano del 1 Settembre.

Bene, “l’indecoroso scenario” è rappresentato da dei teli ombreggianti posti su dei telai per evitare che dall’esterno si potesse vedere lo spettacolo che gli altri avevano pagato fino a 60€ per entrare.

Adesso, la Soprintendenza dovrebbe spiegare non tanto al presidente del Bmw Motorrad Club Salento, ma ai bambini di oncologia pediatrica, che colpe hanno, perché non si può organizzare una festa in centro a Lecce in loro onore e per raccogliere fondi per aiutare l’Associazione che li sostiene in quanto il servizio Sanitario Nazionale non copre alcune spese essenziali anche per salvaguardare il morale, oltre che la salute loro e dei loro familiari che vivono un dramma che spero chi legga non viva mai, dovrebbe inoltre spiegare come mai invia una missiva il 25 settembre alle 12.45 per interrompere uno spettacolo che avrebbe dovuto avere luogo il 28 sera alle 20.00.

Probabilmente la giustizia terrena sarà clemente con chi decide che per presunti problemi creati da altri paghiamo noi le conseguenze, ma sicuramente la mattina nel varcare la soglia dell’uscio della porta, mentre si accingono ad aggiustarsi la camicia o sentiranno enorme il peso morale di aver contribuito a non aiutare uno, due e cento bambini con cui la sorte è stata avversa, al solo pensare a quelle madri che piangono in silenzio mentre fanno finta di sorridere, a quei padri che a volte non hanno un lavoro ed il supporto economico dell’associazione risulta vitale per curare il proprio figlio malato di cancro.

Il giorno 22 settembre è stato presente il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte a Lecce ed ironia della sorte è transitato proprio per Piazza Libertini, dove erano presenti numerose bancarelle di vendita al dettaglio, ma nessuna censura burocratica ha impedito che si svolgesse la manifestazione che vedeva il Presidente partecipe.

Ovviamente non possiamo darla vinta alla Burocrazia, ma ci sentiamo in dovere di andare avanti con una lotta contro il tempo, faremo la partenza dal reparto di Oncoematologia Pediatrica di Lecce, ma ci dirigeremo nella Piazza di Cavallino, dove abbiamo trovato accoglienza e aiuto da parte degli amministratori, mentre il programma della domenica rimarrà invariato, rimane l’amaro che chi rappresenta lo stato sul territorio abbia con un colpo di penna, reso vano lo sforzo di chi voleva aiutare i bambini malati di cancro».

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE